Black Bijou (foto Guido Ricci)

Si avvicina l’appuntamento con il Taormina Burlesque Festival in programma nella capitale del turismo siciliano il 22 e 23 settembre. L’organizzazione ha annunciato per l’occasione la presenza a Taormina di una delle stelle del burlesque: Black Bijou, di recente protagonista al World Burlesque Games di Londra.

Tra gli obiettivi che fin da subito si è prefissato il festival – evidenziano gli organizzatori – vi è quello di mostrare il burlesque in tutte le sue molteplici sfaccettature. Gli artisti che abbiamo selezionato come headliner e ospiti abbracciano differenti stili: Koko la Douce per l’ innovazione, Miss Botero per la teatralità, Miss Sugar Rush per lo stile classico, Celeste de Moriae per classico e cabaret, Trixie Whipp per lo stile comico ma al nostro appello mancava ancora un’artista che rappresentasse il New Burlesque”. Da qui la scelta di portare al festival a Taormina la nota ballerina e performer Black Bijou.

“L’obiettivo di questa artista – continua l’organizzazione – è quella di unire la sensualità del burlesque, le movenze tipiche di questa disciplina a quelle di altre forme artistiche alternative. I suoi act sono caratterizzati da un eccessivo sperimentalismo e da un atteggiamento ideologico trasgressivo e anarchico pur non mai dimenticando l’essenza del burlesque. Uno stile personale che non può essere raccontato a parole ma che per essere compreso deve essere visto dal vivo per comprenderne l’enfasi e l’effetto emozionale che trasmette ogni sua performance”.

Black Bijou nasce in Sicilia, la passione per la danza è da sempre appartenuta al suo dna, infatti, all’età di 4 anni, inizia a studiare danza classica, successivamente si dedica anche alla danza moderna, ritmica, latino americano. Ad un certo punto della sua vita, conosce e si innamora della Raqs Sharqi, comunemente chiamata Danza del ventre e della Tribal Fusione. Parallelamente studia e si laurea in Lettere e Filosofia in Teorie e Tecniche dello Spettacolo, specializzandosi in Storia del Cinema e Restauro Cinematografico. Oggi realizza performance in cui unisce la passione per la danza alla cultura underground, creando abiti e istallazioni, presentati con sfilate performative. Ha studiato come borsista all’Accademia dell’Arte Burlesque, presso il Micca Club, ed oggi è una burlesque performance. Nel 2015 ha vinto il premio Italy Queen Burlesque Festival Categoria Master Innovative Act; nel 2016 nella Danza in Fiera è stata premiata come migliore coreografia originale.

Taormina sarà, dunque, sede il 22 e 23 settembre di quest’anno della prima edizione del “Taormina Burlesque Festival”, organizzato dall’Accademia delle Essenze Artistiche. “Si tratta del primo evento di questo genere che viene organizzato nel Sud Italia – si legge in una nota – e il festival vedrà la partecipazione di artisti nazionali ed internazionali del settore. La località scelta è uno dei luoghi più emblematici e suggestivi della Sicilia. Taormina è da sempre simbolo di incontri culturali, etnici e sociali. Un luogo in cui il gusto per la tradizione e il romanticismo si sono fusi con le più moderne avanguardie”. “Il pregiudizio non appartiene a Taormina – continuano gli organizzatori – e nel tempo questa città è stata fautrice di nuove tendenze, stili ed eventi che negli anni sono divenuti sempre più importanti. Goethe la definì il più grande capolavoro dell’arte e della natura. Moupassant di lei disse che “Un quadro nel quale si ritrova tutto ciò che sembra esistere sulla Terra per sedurre occhi, spirito ed immaginazione. In questa occasione Taormina sarà sede di un festival dedicato al Burlesque in tutte le sue varie forme: classico, cabaret, ne burlesque e boylesque. L’evento vuole incarnare lo spirito del luogo e ospitare show classici ma anche innovativi ed irriverenti”.

© Riproduzione Riservata

Commenti