fondi per i cantieri di servizi

La Città di Taormina ottiene 72 mila 545,33 euro dalla Regione per i cantieri di servizi. L’Assessorato regionale al Lavoro ha pubblicato l’avviso con cui formalmente fa partire la fase operativa e il finanziamento dei progetti, da svolgersi in 161 comuni della Sicilia e tra questi c’è anche la Perla dello Ionio.

L’istanza per accedere alle opportunità di finanziamento per i cantieri di servizio era stata presentata dalla casa municipale nella legislatura appena conclusa. I cantieri, che avranno una durata di tre mesi, si occuperanno della realizzazione di piccole opere pubbliche e impiegheranno disoccupati di età compresa fra i 18 e i 66 anni e 7 mesi, iscritti al Centro per l’impiego del Comune in cui sono residenti, con un reddito massimo mensile di 453 euro.

La scadenza della domanda è prevista dopo 30 giorni dalla pubblicazione del bando in ogni singolo comune. Il 50% dei posti sarà riservato ai disoccupati più giovani (18-36 anni), il 20% alla fascia fra i 37 e i 50 anni, un altro 20% agli ultracinquantenni. Il restante 10% a portatori di handicap e stranieri regolari con permesso di soggiorno.

Da Palermo arriva, dunque, un sostegno alle problematiche occupazionali che interessano l’intero territorio occupazionale e non risparmiano nemmeno la capitale del turismo siciliano, dove comunque il turismo anche quest’anno rappresenterà il settore di maggiore impiego per tante persone. Basti pensare che tra il comparto commercio e quello ricettivo, a Taormina e nella zona ionica sono impiegati ogni anno oltre 10 mila persone. Nel caso specifico, invece, i cantieri di servizi rappresenteranno un aiuto per le persone che vivono in condizioni di particolare disagio e che necessitano di un segnale immediato per affrontare il momento di difficoltà.

© Riproduzione Riservata

Commenti