Leo Messi

Il Comune di Taormina fa dietrofront sull’applicazione dell’ordinanza anti-rumori nei confronti dei locali pubblici che trasmetteranno con schermi tv le partite dei Mondiali di Calcio di Russia 2018. Il sindaco Mario Bolognari ha emanato un’ordinanza in cui dispone che in occasione dei Campionati Mondiali di Calcio di Russia 2018, esclusivamente nelle giornate e durante gli orari in cui vengono tenute le partite, i titolari dei pubblici esercizi che daranno il servizio televisivo ai propri clienti, la deroga dei decibel fissati dalle ordinanze n.49 del 12/05/2011 e la n.50 del 06/06/2013.

L’ordinanza richiama in premessa che dal 14 giugno al 15 luglio avranno luogo i Mondiali ed “in questa occasione diversi titolari di Pubblici Esercizi hanno programmato di installare idoneo apparecchio televisivo al fine di dare la possibilità agli utenti di seguire gli spettacoli sportivi”. Viene richiamata, inoltre, l’ordinanza dirigenziale n.45 del 13 giugno che stabilisce l’utilizzo degli schermi televisivi negli spazi dati in occasione, nonché l’ordinanza n.49 del 12 maggio 2011, che definisce gli orari e i limiti massimi di esposizione al rumore negli ambienti abitativi e negli ambienti esterni, e l’ordinanza sindacale n.50 del 6 giugno 2013 che regolamenta gli orari di apertura/chiusura e di diffusione musicale e pertanto modifica ed integra la citata ordinanza n.49 del 2011.

La deroga sui decibel per i locali pubblici è stata richiesta dall’assessore designato Andrea Carpita. Rimane, comunque, la disposizione contenuta nell’ordinanza n.45 del 13 giugno scorso – avente per oggetto “Mondiali di Calcio / Utilizzo di schermi televisivi nelle aree date in concessione” – con la quale il Comando di Polizia locale, sulla base di apposita nota del Commissariato di Polizia di Stato, dispone “durante lo svolgimento dei Campionati Mondiali di Calcio, Russia 2018, di vietare ai titolari di attività, che installeranno, negli spazi in possesso di autorizzazione per l’occupazione del suolo pubblico, apparecchi audiovisivi, che gli schermi dei suddetti apparecchi, siano rivolti verso l’esterno dell’attività, in direzione delle zone di transito e/o passeggio, al fine di impedire la formazione di assembramenti”.

© Riproduzione Riservata

Commenti