Salvatore Malandrino, regional manager Sicilia di UniCredit

“Il turismo è un volano strategico per la crescita dell’economia siciliana e permette di valorizzare anche altri asset fondamentali della nostra regione, come l’agroalimentare, l’enogastronomia, l’arte, la cultura e il patrimonio storico e paesaggistico. Per fare turismo è ormai essenziale studiare e conoscere a fondo le dinamiche che muovono i flussi”. Lo ha evidenziato Salvatore Malandrino, regional manager Sicilia di UniCredit. “Analisi della potenzialità turistica Regione Sicilia e focus sulla Destinazione Ragusa” è l’interessante lavoro realizzato da UniCredit in collaborazione con Nomisma Pro, del quale vi abbiamo parlato nei giorni scorsi su BlogTaormina e che si sofferma sulle potenzialità turistiche del territorio siciliano in un contesto che vede Taormina al vertice dell’industria ricettiva dell’isola. Numeri e relativi grafici sono stati presentati di recente in occasione del Forum delle economie #Turismo 4.0, organizzato da UniCredit a Ragusa e svolto nei locali della Camera di commercio iblea.

Analizzando molteplici dati turistici relativi ai territori nel report, dunque, è stato così definito un indice sintetico di potenzialità turistica secondo il quale la top5 regionale risulta così distribuita: Taormina (78,1), Giardini-Naxos (72,7), Isole Eolie (59,6), Catania-Aci Castello (59,1), Palermo e Monreale (58,2). Ragusa con un punteggio di 52,3 si piazza all’ottavo posto nell’Isola e può risalire la classifica, secondo gli esperti che hanno stilato il rapporto, sfruttando l’alta permanenza media dei turisti (superioreai 9 giorni per turisti stranieri) per costruire un’offerta dedicata, in ottica esperienziale (tour enogastronomici, laboratori artigianali, attività naturalistiche e sportive); investire sul trend business con eventi congressuali, anche come porta di accesso al turismo, finalizzati al rilancio dell’immagine, della cultura, dell’arte e delle tradizioni del territorio al livello nazionale ed internazionale; puntare sull’eccellenza enogastronomica per attirare un turismo di qualità, soprattutto quest’anno, proclamato dal MiBACT, “l’anno del cibo italiano”.

In un mondo in continua evoluzione l’innovazione tecnologica investe anche il turismo e gli imprenditori devono dotarsi di strumenti nuovi per conoscere più a fondo i mercati. “Il turismo- ha detto Malandrino, regional manager Sicilia di UniCredit – è l’elemento fondamentale dell’economia siciliana. Il nostro sostegno non si limita all’assistenza creditizia: con UniCredit assistiamo le imprese del settore turistico a conoscere in maniera più approfondita il proprio mercato attraverso l’analisi dei flussi di pagamento tramite le carte di credito e debito, forniamo strumenti per verificare il posizionamento sui social media, offriamo supporto per la ricerca di controparti attraverso i Digital B2B, mettiamo a disposizione prodotti e servizi per migliorare la digitalizzazione dell’offerta delle strutture ricettive”.

© Riproduzione Riservata

Commenti