Pronto Soccorso di Taormina
Pronto Soccorso di Taormina

“Entro inizio luglio contiamo di poter attivare la videosorveglianza attiva al Pronto Soccorso di Taormina”. L’importante annuncio è stato dato ieri dal direttore generale dell’Asp Messina, il dott. Gaetano Sirna, che sta stringendo i tempi per determinare quella che potrà essere una prima svolta per rafforzare le misure di sicurezza nel reparto che ogni anno accoglie circa 26 mila accessi e dove spesso si verificano delle intemperanze che mettono a rischio l’incolumità di medici, infermieri e del personale del reparto oltre che dei cittadini stessi che si trovano nel presidio taorminese.

“Abbiamo già espletato la relativa procedura sulla base di una convenzione con la Consip e la ditta incaricata (Fastweb) potrà effettuare quanto prima le attività di montaggio delle telecamere e, dunque, del sistema di videosorveglianza – ha detto Sirna -. Riteniamo che già dai primi giorni del mese di luglio le telecamere potranno essere montate e rese operative”.

Si punta, in tal modo, a garantire una maggiore sicurezza al Pronto Soccorso dell’ospedale San Vincenzo di Taormina, diretto dal primario, dott. Mauro Passalacqua. Da tempo ormai, come detto, il personale medico ed infermieristico del reparto fa i conti con dei tentativi di aggressione ed atti vandalici soprattutto nelle ore notturne. “L’iter procedurale in atto – ha aggiunto Sirna – concerne la prevista attivazione di telecamere di videosorveglianza non soltanto presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di Taormina ma in tutti i Pronto Soccorso dell’azienda”.

Il personale medico ed infermieristico del Ps taorminese si trova tutti i giorni alle prese con tante richieste di assistenza da parte di un’utenza sempre più numerosa, ulteriormente cresciuta dopo la chiusura del Pronto Soccorso di Giarre e fa registrare un numero molto elevato di accessi: esattamente 26 mila nel 2016 ed anche nel 2017. L’obiettivo per determinare a tutti gli effetti una svolta resta quello di poter avere in futuro anche un presidio fisico a sicurezza e salvaguardia degli operatori del San Vincenzo ma intanto la videosorveglianza sarà già un primo passo in avanti.

© Riproduzione Riservata

Commenti