l'equipe medica che ha operato la piccola Isolabella

La piccola Isabella è salva. Si è concluso poche ore fa con esito positivo un eccezionale intervento di cardiochirurgia pediatrica eseguito su una bambina prematura dall’equipe medica del Centro Cardiologico Pediatrico del Mediterraneo “Bambino Gesù di Taormina, che nell’occasione ha operato presso la terapia intensiva neonatale del Policlinico di Messina diretta dalla prof.ssa Eloisa Gitto. L’intervento ha salvato la vita alla piccola Isabella, una bambina di Messina. I contatti tra l’equipe erano stati avviati la scorsa settimana quando la bimba di 700 grammi di peso e poco più di una settimana di vita non aveva risposto ad un ciclo di terapia medica convenzionale per la chiusura del dotto arterioso di botallo.

Tale struttura anatomica generalmente presente e necessaria durante la vita fetale tende alla chiusura spontanea nei giorni successivi alla nascita. L’eccezionalità della procedura risiede oltre nel bassissimo peso e la prematurità della bimba nel fatto che proprio in questo caso le dimensioni del dotto arterioso di botallo erano circa il doppio della sua aorta. Ciò significava che il sangue era destinato a ricircolare nei polmoni con l’instaurarsi di un danno progressivo e irreversibile. Nei giorni precedenti alla procedura chirurgica, la bambina è stata sottoposta a controlli ecocardiografici giornalieri da parte dei cardiologi pediatri, prof.ssa Maria Pia Calabrò il dott. Franco De Luca in collaborazione continua con i neonatologi dott. Vincenzo Salvo ed Amiel Warm che proprio nell’ultimo controllo notturno hanno ravvisato la criticità clinica ingravescente. Visto la non trasportabilità della bimba e l’emergenza del caso si è subito attivata la complessa macchina organizzativa bilaterale con il dott Vullo, la dottt.ssa Reitano e il dott. La Ganga che hanno autorizzato l’arrivo dell’equipe del Ccpm al Policlinico di Messina.

La fase autorizzativa e il coordinamento logistico operativo del trasferimento dell’equipe sono stati seguiti e fortemente voluti da Rosario Cunsolo, direttore sanitario del Presidio San Vincenzo di Taormina e dal direttore generale dell’Asp Messina, Gaetano Sirna, che hanno permesso nel giro di poche ore l’attivazione di un’intera equipe di infermieri specializzati (Stefania Meesa, Pasqualino Giusto), l’anestesista rianimatore (dott. Simone Reali) e i cardiochirurghi (dott. Davide Calvaruso e dott. Sasha Agati) presso il Policlinico di Messina. Li è stata allestita una vera e propria sala operatoria comprensiva dei più sofisticati strumenti in caso di complicanza maggiore. L’intervento è stato eseguito con successo, e la bimba si trova attualmente ricoverata nella sua incubatrice e le condizioni sono stabili con parametri vitali ottimali. Adesso è il momento della felicità e della soddisfazione per i genitori ma anche per il personale medico ed infermieristico che ha salvato la piccola Isabella.

© Riproduzione Riservata

Commenti