Agostino Pappalardo, comandante Polizia Municipale e Commissario liquidatore Asm
Agostino Pappalardo, comandante Polizia locale e liquidatore Asm

Il Comune di Taormina, con determina della segretaria generale, dott.ssa Rossana Carrubba, ha nominato un legale del foro di Messina, l’avvocato Maurizio La Pedalina, in riferimento ad una causa intentata contro l’ente locale dal Comandante della Polizia Locale, Agostino Pappalardo.

Il legale messinese è stato chiamato a difendere la casa municipale nel giudizio di appello da proporre in opposizione alla sentenza emessa dal Tribunale di Messina (Sezione Lavoro) che è stata favorevole al Comandante Pappalardo. Il funzionario, con ricorso del luglio 2009, aveva contestato “la legittimità dell’operato del Comune di Taormina, che con provvedimento sindacale del 29/08/2008 riduceva la retribuzione di posizione ad spettante per gli anni 2008 e 2009”.

Con il medesimo ricorso Pappalardo ha chiesto che gli venisse riconosciuto il diritto a ricevere la retribuzione di posizione nella misura annua di 36 mila 151,98 euro. Con sentenza n. 643 del 2018 il Tribunale di Messina Sez. Lavoro ha condannato il Comune di Taormina al pagamento in favore di Pappalardo della somma pari a 12 mila 712,64 euro, in oggetto a differenze retributive per l’anno 2008 e della somma pari ad 11 mila 865,36 euro a titolo di differenze retributive al periodo gennaio/giugno 2009, oltre interessi legali.

L’avvocato Enzo Petralia che ha difeso l’Ente nel giudizio, ha suggerito all’ente locale di proporre appello alla suddetta sentenza favorevole a Pappalardo e la segretaria generale del Comune, dott.ssa Carrubba, ha così avviato l’iter per il ricorso “al fine di tutelare le ragioni dell’ente”. Con relativa delibera, il sindaco e la Giunta hanno deciso di proporre appello sul giudizio promosso da Pappalardo e ora si sta predisponendo la linea difensiva del Comune nel ricorso. La spesa complessiva prevista dal Comune per l’incarico all’avv. La Pedalina è pari a complessivi 7 mila 718 euro. Pappalardo punta, invece, ad ottenere la conferma del giudizio a lui favorevole in una contesa che concerne l’impegno alla guida della Polizia locale, e che invece non ha alcuna attinenza con Asm, dove il Comandante svolge dal 2011 a costo zero il ruolo di commissario liquidatore dell’azienda.

© Riproduzione Riservata

Commenti