lungomare di Mazzeo

Il lungomare di Mazzeo va sdemanializzato altrimenti le ordinanze sindacali e i provvedimenti del Comune in materiale di segnaletica rischiano di non avere alcune validità. Si tinge ancor più di “giallo” la vicenda dell’iter per la titolarità del lungomare della frazione marina di Taormina e adesso arriva anche un monito agli uffici comunali, a fare chiarezza, da parte della Polizia locale.

Il Comune di Taormina ha avviato all’inizio degli Anni Duemila la pratica per sdemanializzare il lungomare ma quella pratica non è mai stata completata: sono trascorse quattro Amministrazioni comunali, si sta per andare al voto e nulla è cambiato. Il risultato è che il lungomare resta privo di strisce blu, non avendo il Comune la titolarità dell’area, per l’ente locale c’è un danno economico e di riflesso la sosta gratuita è consentita è chiunque con la “beffa” per i residenti che si vedono occupare gli spazi a parcheggio dai vicini abitanti di Letojanni.

“Si richiede di voler provvedere – scrive adesso il vicecomandante della Polizia Locale, Daniele Lo Presti all’Ufficio Tecnico Comunale – ad istruire la pratica relativa alla sdemanializzazione della Via De Gasperi (lungomare) in quanto la stessa risulta ancora di competenza del Demanio Marittimo. Tale competenza non permette all’Autorità Amministrativa locale (sindaco) di emettere ordinanze prescrittive della viabilità veicolare (divieti di sosta, etc), pertanto poiché la segnaletica verticale presente non è supportata da ordinanze emesse dall’autorità competente (Autorità Marittima) , questa Polizia locale non può procedere a sanzionare eventuali infrazioni ai divieti”. Si richiede, quindi, di procedere con cortese sollecitudine ed urgenza, all’istruzione della pratica, rappresentando l’imminente arrivo della stagione estiva”, aggiunge il vicecomandante Lo Presti, che non fa mistero insomma del disappunto su questa vicenda che rimane irrisolta.

Al momento l’incompiutezza della pratica rischia di diventare un “boomerang” per il Comune, che potrebbe anche soccombere dinnanzi a dei ricorsi degli automobilisti multati in quanto l’ente locale non ha la titolarità sulla strada in questione e le ordinanze in materia di segnaletica e viabilità potrebbero pertanto essere ritenute prive di efficacia.

Non si possono poi attivare le strisce blu e di conseguenza non è possibile introitare nel bilancio comunale delle risorse che sarebbero preziose, anzi fondamentali, per consentire il reinvestimento di quegli stessi proventi per opere di riqualificazione della frazione di Mazzeo, dove la pavimentazione del lungomare è un disastro, il verde e l’arredo urbano sono in altrettanto critiche condizioni e una zona gioiello viene tenuta dal Comune in condizioni indecorose.

© Riproduzione Riservata

Commenti