Eligio Giardina, sindaco di Taormina
Eligio Giardina, sindaco di Taormina

Il sindaco di Taormina, Eligio Giardina potrebbe aderire al tavolo politico dell’aggregazione formatasi a Mazzeo e denominata “Taormina Perla dello Ionio”.

Un indizio, secondo alcuni, era già arrivato dalla nota che ha ufficializzato ieri la compagine, nel passaggio in cui veniva annunciato che “è stata raccolta l’adesione e la convergenza di altri importanti soggetti politici, la cui ufficializzazione sarà comunicata nelle prossime ore”. L’annuncio (o per meglio dire uno degli annunci) a cui adesso punterebbe l’aggregazione di Mazzeo richiama alcuni contatti in atto con il sindaco Giardina, con il quale sarebbe già stata sondata ed ampiamente esplorata la disponibilità ad aderire a questa coalizione. Un altro contatto tra le parti è avvenuto proprio ieri. Giardina non ha ancora rinunciato al tentativo di ricandidatura ma valuta anche altri scenari.

Potrebbe, perciò, concretizzarsi l’adesione di Giardina all’aggregazione “Taormina Perla dello Ionio”, a quel punto con il relativo passo indietro definitivo sul suo intento di ricandidarsi e con l’ingresso di due nomi che verrebbero inseriti nella lista di Mazzeo proprio dal primo cittadino. Uno dei due nomi potrebbe essere quello del vicesindaco Pina Raneri, sulla cui convergenza nella medesima aggregazione si starebbe comunque già muovendo da giorni Bruno De Vita.

Per il resto, al momento gli accordi prevederebbero, come si sa, la nomination di Mauro Passalacqua, Antonio D’Aveni alla presidenza del Consiglio, e Pinuccio Composto vicesindaco. Ma attenzione perché Giardina, nelle trattative al tavolo di Mazzeo, potrebbe giocare anche un “piano B”, decisamente diverso da quello sin qui ipotizzato.

© Riproduzione Riservata

Commenti