i genitori chiedono una riduzione del biglietto per chi traghetta verso il Ccpm

In attesa di novità sul rinnovo della convenzione tra Regione Siciliana e Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma per la permanenza del Ccpm al San Vincenzo di Taormina, la portavoce dei genitori ricoverati ed in cura nel centro di Cardiochirurgia pediatrica di contrada Sirna, Caterina Rizzo, pone l’accento su un’altra problematica.

La questione da risolvere riguarda l’esigenza di una riduzione dei costi da sostenere per le famiglie che si spostano tra le due sponde dello Stretto per arrivare a Taormina. “Oggi – spiega Caterina Rizzo – traghettare per arrivare a Taormina, con il relativo viaggio di andata e ritorno, costa alle famiglie 45 euro. Abbiamo attivato i contatti con i vertici della Caronte & Tourist e ci appelliamo alla loro sensibilità per ottenere le necessarie agevolazioni per i genitori che portano i loro figli in cura al Ccpm, con una riduzione al costo complessivo di 15 euro”.

“Per altro uno sconto – ha aggiunto Rizzo – già esisteva sino a qualche tempo fa. Siamo fiduciosi, in tal senso, si possa arrivare ad un’intesa in tempi brevi, al fine di alleviare gli oneri economici a carico delle famiglie che si spostano verso la Sicilia, in direzione Taormina, per ottenere le necessarie cure specialistiche per i loro bambini”.

© Riproduzione Riservata

Commenti