torna d'attualità il piano Ztl a Taormina

Alle porte delle elezioni amministrative e della nuova legislatura torna d’attualità a Taormina la prospettiva della pedonalizzazione del centro storico con le Ztl ed un sistema elettronico di telecamere. A farsi avanti per questa iniziativa, che sinora si è sempre fermata ad un passo dall’entrata in vigore da almeno 10 anni a questa parte, adesso è una società privata che ha inteso formulare una proposta alla casa municipale.

La proposta è quella di avviare un project financing, nel contesto del quale la società aggiudicataria si occuperebbe degli oneri economici per l’attivazione del piano Ztl e della relativa gestione sul territorio. Si tratta di una novità che potrebbe adesso essere vagliata dal Comune, anche se la decisione poi spetterà a questo punto al prossimo governo della città a giugno. L’opportunità è quella di pedonalizzare il centro storico di Taormina, come da tanti anni si ipotizza a più riprese senza che però tale provvedimento si sia mai concretizzato.

In questo caso al Comune verrebbe proposto un accordo che sgraverebbe l’ente locale dei relativi costi per il mantenimento in servizio delle strutture che occorrono per controllare i flussi veicolari mediante telecamere e, quindi, per consentire l’accesso al “salotto” della città soltanto ai residenti e agli autorizzati, razionalizzando la situazione nei periodi come la stagione turistica in cui Taormina viene presa d’assalto, ad esempio in occasione degli eventi al Teatro Antico, da migliaia di visitatori che intendono raggiungere il centro anche se vi è già il pienone nei parcheggi, con la conseguente condizione poi di caoticità che si determina in alcune zone paralizzate dal traffico come la Via Garipoli. L’ipotesi del project financing potrebbe diventare la variante in grado di far diventare stavolta realtà il “sogno proibito” della pedonalizzazione.

© Riproduzione Riservata

Commenti