Taormina verso le Comunali del 10 giugno 2018

Si avvicina alla stretta finale la campagna elettorale per le Comunali di Taormina, e si intensificano riunioni e consultazioni per delineare entro fine mese il quadro politico definitivo. Il candidato sindaco Mario Bolognari presenterà stamattina il simbolo della lista a suo supporto denominata “La nostra Taormina”. “Attraverso la scelta di questa denominazione – spiega Bolognari – vogliamo trasmettere a tutta la comunità, il forte senso di orgoglio e di appartenenza che da sempre contraddistingue i taorminesi. Taormina è di tutti i cittadini che la amano e che oggi lottano per vederla ripartire. Taormina è di tutti i giovani che non vogliono accettare di dover lasciare la propria terra per cercare fortuna altrove: la nostra Taormina ha le potenzialità per far crescere qui i propri figli”. “Stiamo ultimando i dettagli nella composizione della lista che sarà impreziosita dall’entusiasmo e dalle idee di giovani che scenderanno in campo, ma che beneficerà anche dell’esperienza dei consiglieri comunali uscenti”, ha aggiunto Bolognari, con il quale si sono schierati, tra gli altri, Francesca Gullotta, Graziella Longo, Sergio Cavallaro, Piero Benigni, Carmelo Valentino, Alessandra Caltabiano, Salvo Brocato, e l’ex vicesindaco Mario D’Agostino.

E’ ormai vicino alla composizione definitiva della sua lista anche Eddy Tronchet, che attende a breve la risposta definitiva da Milano da parte del M5S alla richiesta di certificazione della compagine per ottenere il simbolo del movimento grillino. Al fianco di Tronchet ci saranno, in ogni caso, Nicola Salerno, Roberta Schiera, Rosario Puglia, Carlotta Papale, Lorenzo Scavo, Lucia Esposito, Giuseppe D’Angelo, Dèsirèe Ceraolo, Salvatore Bonajuto, Rosario Buciunì, Piero Arrigo e Antonio Giuffrida. A questi 12 nomi si aggiungeranno altri quattro candidati al Consiglio comunale nei prossimi giorni.

Continua a lavorare alla sua compagine anche il leader di “Prospettiva Nuova”, Andrea Raneri, e nelle prossime ore potrebbe, intanto, arrivare l’ufficializzazione della discesa in campo dell’assessore Salvo Cilona, a sostegno del quale si è schierato il vicepresidente del Consiglio comunale, Vittorio Sabato. Resta al momento incerta la posizione del sindaco Eligio Giardina, che resta determinato a ricandidarsi, attende l’evoluzione del quadro politico ma potrebbe decidere in extremis di fare un passo indietro.

Al tavolo politico dell’aggregazione di Mazzeo sarebbe ormai in atto uno sprint a due tra Mauro Passalacqua e Antonio D’Aveni per la candidatura a sindaco. Resta in pole position l’ex sindaco Passalacqua, ma l’attuale presidente del Consiglio, D’Aveni, sino a questo momento ha lavorato alacremente alla propria nomination. Non ha rinunciato alle sue chance di candidatura nemmeno Pinuccio Composto, per il quale, secondo alcune voci, era stata anche ipotizzata la vicesindacatura, che però potrebbe anche andare ad uno dei due contendenti che in queste ore sono protagonisti del duello per la candidatura a sindaco del patto di Mazzeo.

© Riproduzione Riservata

Commenti