Ornella Monforte, presidente del Consiglio di Istituto del Comprensivo 1
Ornella Monforte, presidente del Consiglio di Istituto del Comprensivo 1

Resta ancora avvolta da un clima di incertezza la vicenda dell’atteso trasferimento dei bambini delle scuole elementari di Taormina dall’attuale sede della scuola media Ugo Foscolo, dove si trovano ormai dal 2004, al nuovo plesso, ovvero nella sede delle Suore Francescane. La bozza di contratto di locazione da sottoscrivere tra il Comune e l’Istituto religioso è pronta, rimane però da dirimere la questione della clausula di rescissione unilaterale del contratto che la proprietà dell’immobile ha chiesto al Comune di inserire nello schema di contratto.

Il sindaco Eligio Giardina ha dato, in sostanza, il placet alla ratifica dell’accordo anche con la clausula, ritenendo che “il risultato da conseguire, e cioè il trasferimento dei bambini, sia più importante di tutto il resto” ma la firma non c’è stata sino a questo momento. La clausula per la eventuale rescissione scatterebbe al termine dei primi 3 anni (sui 6 totali) di contratto, ovvero nel dicembre 2021 ma ora in Comune sarebbe sorta qualche perplessità sugli aspetti economici, tenendo conto che il Comune una volta firmato il contratto dovrà effettuare delle opere di adeguamento dei locali per circa 40 mila euro. E nella mattinata di ieri la presidente del Consiglio d’Istituto del Comprensivo 1, Ornella Monforte, si è recata presso gli uffici comunali di Palazzo dei Giurati per avere delucidazioni e aggiornamenti sullo stato dell’iter.

“Nonostante il nostro ottimismo – fa sapere Monforte -, i cavilli burocratici al momento continuano a rallentare la ratifica di questo contratto e sono ormai all ordine del giorno. Sin qui la bozza di contratto sta passando da un avvocato all’altro, poi al notaio e di nuovo nei vari uffici del Comune di Taormina ma ci chiediamo perchè si continui ancora a ritardare l’atto della firma. E’ un ping pong che ci lascia perplessi e che si consuma mentre i bambini attendono una sistemazione migliore, sicura e funzionale per fare scuola. Stiamo facendo tutto il possibile per spingere verso questa svolta ma è altrettanto innegabile che stiamo faticando tra tante lungaggini burocratiche e solleciti quotidiani. Ribadiamo che vogliamo che questo spostamento avvenga anche all’aultimo giorno di lezione di questo anno scolastico”.

© Riproduzione Riservata

Commenti