la statua della Madonna di Tindari a Gaggi

La Madonna del Tindari è giunta nelle scorse ore a Gaggi, dove resterà per una settimana. Ad accogliere la venerata immagine della Madonna nella cittadina gaggese numerosi devoti, residenti del luogo ma anche tanta gente proveniente da altri Comuni dell’hinterland. L’arrivo della Madonna di Tindari ha portato un sentimento di forte emozione e di grande devozione nella comunità. L’accoglienza della statua è avvenuta con un momento di raccolta all’ingresso del paese e poi con una processione sino in chiesa, dove si è tenuta la solenne celebrazione officiata dal parroco, padre Francesco Venuti, insieme a don Emanuele Di Santo, vice rettore del Santuario di Tindari.

Un momento toccante è stato, pochi minuti prima dell’arrivo a Gaggi, il passaggio nella vicina cittadina taorminese, dove ad attendere la Madonna c’erano a Trappitello i bambini diversamente abili del Centro psico-educativo “Cuore di Gesù” di Trappitello.

La permanenza della Madonna di Tindari a Gaggi nella parrocchia di SS Maria Annunziata a Gaggi durerà sino a lunedì 16 aprile, quando un pellegrinaggio al Santuario del Tindari accompagnerà la Madonna nel suo ritorno a casa. Tra i momenti previsti in questi giorni anche una tappa della statua della Madonna del Tindari nella giornata di sabato 14 aprile all’ospedale San Vincenzo di Taormina, con una celebrazione eucaristica a cura del cappellano del presidio di contrada Sirina, padre Francesco Venuti. Venerdì 13 aprile, invece, è prevista l’accoglienza dei bambini e dei ragazzi della catechesi e dei fedeli all’Arcivescovo, mons. Giovanni Accolla e ci sarà poi una solenne celebrazione eucaristica da lui presieduta. La missione mariana rappresenterà un momento di preparazione della comunità alla celebrazione del decimo anniversario di Ordinazione sacerdotale del parrocco, padre Venuti, in agenda il 13 aprile.

© Riproduzione Riservata

Commenti