la sala consiliare del Comune di Taormina

A due mesi dalle Amministrative, aspettando il quadro definitivo delle candidature, il Consiglio comunale in carica si appresta a concludere la legislatura con une geografia politica ormai ribaltata dalle alleanze che si stanno determinando verso le urne. Restano alcune posizioni incerte, ma molti dei 20 consiglieri in carica hanno già scelto con chi schierarsi.

Mario Bolognari verrà appoggiato dagli attuali consiglieri comunali di opposizione Carmelo Valentino, Graziella Longo, Piero Benigni, Alessandro Caltabiano. E a loro si aggiungono anche i consiglieri di maggioranza, vicini all’ex vicesindaco Mario D’Agostino, ovvero Salvo Brocato, Franco Pizzolo e Salvo Abbate. Ancora incerto Antonio Lo Monaco, consigliere (ed assessore) conteso tra il passaggio con Bolognari e la conferma dell’alleanza con l’attuale sindaco Eligio Giardina. Il presidente del Consiglio, D’Aveni, ha deciso di allearsi con la compagine formata a Mazzeo, della quale faranno parte i consiglieri Composto, Corvaia, Liliana Tona ed anche Enza De Luna.

Il vicepresidente del Consiglio comunale, Vittorio Sabato e la consigliera Rosy Sterrantino sono sulle posizioni dell’assessore Salvo Cilona, indicato proprio da Sabato nei giorni scorsi per la nomination alla sindacatura. Il consigliere (ed assessore), Gaetano Carella non ha ancora deciso se sostenere la ricandidatura del sindaco Giardina o puntare su un eventuale percorso a sostegno di Cilona.

Non hanno ancora deciso o comunicato in via definitiva, infine, la loro posizione i consiglieri di maggioranza Gaetano Cucinotta (conteso tra Giardina e Bolognari), Carmelo Leonardi (che potrebbe proseguire il suo percorso al fianco di D’Aveni), i consiglieri di opposizione Eugenio Raneri e Nino Moschella).

© Riproduzione Riservata

Commenti