Si è conclusa con successo la prima edizione del Food & Flower Weekend, iniziativa a cura della neonata Associazione Commercianti Taormina che è riuscita nell’intento di far addobbare e colorare con i fiori le strade e i vicoli del centro storico, le vetrine e i balconi, come ai vecchi tempi. L’appuntamento ha reso il 6, 7 e 8 aprile scorso la Perla dello Ionio quanto mai suggestiva. Ed è così, all’insegna di bellezza e gusto, che Taormina ha accolto la primavera.

L’iniziativa voluta dai commercianti di “Act”, con l’organizzazione di Éxpo, ha consentito alla capitale del turismo siciliano di riscoprire la tradizione e il fascino dello storico concorso dei balconi in fiore, e a quella tradizione si è aggiunta la complementare novità di una lunga serie di show cooking che hanno visto partecipi e protagonisti tanti operatori economici taorminesi.

“E’ stato un grande successo e questo esito positivo della manifestazione ci dà grande determinazione per andare avanti verso i numerosi altri eventi che abbiamo posto in programma per i prossimi mesi”, ha detto il presidente dell’associazione Nino Scandurra. Insieme a lui anche il vicepresidente di Act, Pietro D’Agostino, ha espresso soddisfazione per il risultato ottenuto da “Food & Flower Weekend” e per l’ampia partecipazione sia degli operatori economici che dei cittadini. L’organizzazione è stata curata dall’event manager Barbara Mirabella, direttore generale di Èxpo. Parole di apprezzamento per l’evento sono arrivate anche dal sindaco Eligio Giardina, dagli assessori Salvatore Cilona, Turismo, Pina Raneri, Verde Pubblico e Arredo Urbano, e dal presidente dell’associazione Albergatori Taormina, Italo Mennella.

Il primo classificato del concorso Vetrine in fiore è risultato la gioielleria “Le Colonne”, rinomato atelier orafo di Sanny Alvaro e Leila Correnti. Al secondo posto di questo concorso è arrivato Maxmara Taormina e al terzo posto Aria di Sicilia Parfums. Al primo posto del concorso Balcone in Fiore è giunto, invece, il numero 5 di proprietà di Alessandro Selgi.

Il food è stato protagonista del Food & Flower Weekend in linea con i nuovi stili enogastronomici più attenti alle materie prime e al decoro, proponendo un binomio con i fiori per raccontare una Taormina all’insegna di gusto, sapore e colore. Petali di nasturzio, tagete, malva Sylvestris, pianta del ghiaccio, bocca di leone, viola del pensiero, gelsomino. Sono solo alcuni dei fiori eduli con cui sono stati decorati piatti che sono stati presentati non solo come elemento estetico, ma anche e soprattutto come aromi per esaltare il gusto di alcuni ingredienti e materie prime.

Taormina ha vissuto una intensa ed affascinante tre giorni che oltre all’allestimento di 10 vivaisti lungo il Corso Umberto, ha visto alternarsi di cooking show, mostre, corsi di botanica, apicoltura ed elicicoltura, visite guidate in alcuni dei giardini segreti della città come quelli di “Casa Cuseni”, “Villa Schuler”, il “Parco dell’Excelsior” che apriranno eccezionalmente al pubblico, e la Villa comunale. Si sono anche tenuti dibattiti sui temi “Suolo e Salute SRL”, introduzione all’agricoltura biologica e ai sistemi di qualità agro alimentari in Sicilia, con Pietro Gemellaro, direttore regione Sicilia dell’organismo di controllo e certificazione e “Le piante nella Bibbia”, con Daniela Romano, docente “Di3A” Catania e Daniel Carnabuci, agronomo. Apprezzata infine, la sfilata di costumi scenografici floreali, realizzati a mano dall’Associazione Siciliani Doc.

© Riproduzione Riservata

Commenti