il dirigente dell'Utc, Massimo Puglisi e l'assessore Gaetano Carella

Missione a Palermo ieri per l’assessore ai Lavori pubblici, Gaetano Carella, ed il dirigente dell’Ufficio Tecnico Comunale, Massimo Puglisi, recatisi presso l’assessorato regionale all’Istruzione per verificare lo stato dell’iter per la gara che dovrebbe consentire la ristrutturazione dopo 14 anni della ex scuola elementare Vittorino da Feltre. Al termine della relativa riunione in assessorato Carella ha reso noto che “l’iter verrà completato entro la fine mese”. Si contava di poter andare in gara già nei primi mesi del 2018 ma a far slittare l’appalto, in sostanza, sarebbero stati i tempi blandi per l’esame degli atti presso gli uffici romani della Corte dei Conti.

“A giorni – ha evidenziato Carella – dovrebbe arrivare il nulla osta della Corte dei Conti, da Roma, per la gara che verrà espletata dall’Urega. Si tratta di una nuova procedura che fa sostituisce, di fatto, quella precedente la cui graduatoria a suo tempo era stata bloccata proprio dalla Regione e tra i Comuni destinatari di finanziamento, come sappiamo, c’era già allora e c’è anche adesso Taormina”.

Le opere in questione dovrebbero consentire la sistemazione della vecchia “Vittorino da Feltre”, chiusa nell’autunno del 2004 perché allora ritenuta dal Comune di Taormina non a norma in riferimento alla vigente legge in materia di pericolo sismico. Ora sono stati recuperati dalla casa municipale i fondi che sembravano ormai destinati ad essere persi, e il finanziamento ammonta per l’esattezza ad Un milione e 700 mila euro.

“Aspettiamo a breve il decreto della Corte dei Conti e la relativa convenzione che dovrà essere firmata dal sindaco con la Regione – aggiunge Carella – ma possiamo dire, in sostanza, che entro fine mese tutto sarà pronto per far partire la gara, che verrà espletata dall’Urega”.

© Riproduzione Riservata

Commenti