Nello Musumeci

Nelle stesse ore in cui il Governo esce sconfitto all’Ars sul Defr 2018-2020, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, lancia una “ciambella di salvataggio” per Taormina Arte. Nei contributi agli enti culturali, previsti nel bilancio 2018, ai 595 mila 580 euro già previsti per TaoArte la Giunta Musumeci ha integrato, infatti, in aggiunta altri 704 mila euro. Il contributo totale dovrebbe così ammontare a 1,3 milioni di euro.

Musumeci ha convocato un vertice a Palermo per giovedì mattina sul futuro di TaoArte, e sulla relativa definizione per le procedere istitutive della Fondazione. “Incontrarsi e confrontarsi per fare chiarezza definitiva su Taormina Arte e quindi anche su aspetti come il Festival del Cinema”. Così, con questa premessa, il presidente della Regione ha programmato la riunione sul caso TaoArte, che in precedenza era stata già convocata per i giorni scorsi dall’assessore al Turismo, Sandro Pappalardo ed al quale Musumeci aveva chiesto successivamente di spostare il faccia a faccia per poter essere presente anche lui personalmente al tavolo di discussione. Musumeci vuole vederci chiaro in prima persona sulla Fondazione Taormina Arte, sulla condizione economica e programmatica di TaoArte.

Al tavolo, oltre ai due rappresentanti della Giunta di Governo regionale, ci saranno anche il sindaco di Taormina e presidente di TaoArte, Eligio Giardina, il presidente del Consiglio, Antonio D’Aveni, ed una delegazione di consiglieri comunali. Saranno inoltre presenti il commissario straordinario della Fondazione, Pietro Di Miceli, ed il segretario generale di Taormina Arte, Ninni Panzera. “L’auspicio è che possa essere un incontro risolutivo, nel quale comunque andranno affrontati tutti i vari punti da dirimere”, ha evidenziato Musumeci nel convocare le parti.

© Riproduzione Riservata

Commenti