Eligio Giardina
Eligio Giardina, sindaco di Taormina

Nella maggioranza di governo taorminese per la quale il sindaco Eligio Giardina, in assenza di un’intesa, ha decretato il “liberi tutti”, lo scenario politico si conferma un autentico rebus. In assenza, al momento, di una sintesi tra le varie anime, restano sul tavolo le possibili nomination di Giardina, ma anche quelle del presidente del Consiglio, Antonio D’Aveni e dell’assessore Salvo Cilona. Quest’ultimo, in ogni caso, si schiererà al fianco dell’ex vicepresidente del Consiglio, Vittorio Sabato, primo degli eletti al Consiglio nel 2013 e che sta lavorando ad una lista di imprenditori che a breve indicherà il candidato. L’ex vicesindaco Mario D’Agostino, dopo aver dichiarato chiusa “l’esperienza politica” dell’attuale maggioranza, potrebbe schierarsi con le opposizioni.

Giardina, intanto, nelle scorse ore ha fatto sapere di essere pronto a correre comunque per la riconferma. Il primo cittadino pare intenzionato a dire la sua in ogni caso nella partita politica di primavera e vuole giocarsi sino in fondo le proprie chance: “Sono pronto a candidarmi anche da solo”. Il sindaco ritiene che “la situazione potrà essere chiara e definirsi soltanto nei giorni successivi all’imminente Pasqua, quando si potranno tirare le somme e quindi arriverà la decisione definitiva”.

© Riproduzione Riservata

Commenti