"La Giara" di Taormina

Il Comune di Taormina ha indetto il nuovo bando di gara per l’assegnazione in locazione dell’immobile comunale sito in Vico La Floresta, sede attualmente del night “La Giara”. Il canone annuo posto a base di gara è stavolta di 153 mila euro, con ammissione di sole offerte in aumento. La casa municipale ha effettuato, in sostanza un ribasso del 10% rispetto ai termici economici del precedente bando. L’iter predisposto è a firma del dirigente dell’Ufficio Tecnico (Area Territorio ed Ambiente, ing. Massimo Puglisi. “L’aggiudicazione – si legge nel bando indetto dal Comune – avverrà in favore di colui che, in base ai richiesti documentati requisiti, offra il migliore canone annuo di locazione rispetto al canone annuo base, con riconoscimento all’attuale gestore del diritto di prelazione, a parità di condizioni con la migliore offerta presentata in sede di gara.

La durata della locazione è stata stabilita in 6 anni, rinnovabili per ulteriori 6 anni. L’assegnatario, sarà tenuto, “contestualmente alla sottoscrizione del contatto di locazione alla produzione della garanzia fideiussoria” (con le caratteristiche inerenti il punto del deposito cauzionale definitivo). Il contratto di locazione dell’immobile attualmente sede de “La Giara” (la cui società di gestione, tra l’altro, ha da tempo avviato alcune azioni legali nei confronti della casa municipale e dunque in opposizione alle varie procedure di concessione in locazione avviate con delibera del 5 dicembre 2017) avrà decorrenza dalla messa a disposizione dell’immobile.

“L’unità immobiliare – scrive il Comune – viene assegnata in locazione nello stato di fatto in cui si trova, senza che l’assegnatario possa avanzare pretese a qualsiasi titolo per eventuali opere di manutenzione, adeguamenti ed altri lavori che intenda eseguire all’interno dell’unità immobiliare, opere che devono essere in ogni caso autorizzate dalla proprietà. Nel caso in cui l’assegnatario dovesse ritirare l’offerta, una volta tenutasi la seduta pubblica di apertura delle offerte economiche, ovvero ancora rinunciasse alla sottoscrizione del contratto di locazione, l’aggiudicazione verrà revocata con incameramento della cauzione provvisoria, salva e riservata per il Comune la facoltà di proporre affittanza agli altri concorrenti secondo la relativa graduatoria. Le offerte dei concorrenti rimangono valide ed efficaci entro gli 8 mesi successivi alla presentazione economica”. Alla firma del contratto dovrà essere versato il primo trimestre “relativo al canone di aggiudicazione”. Il conduttore, inoltre, “all’atto della consegna del locale”, “dovrà intestare a proprio nome i contratti di fornitura di acqua, gas, energia elettrica, telefono, canone tv, ivi compresi tasse e tributi comunali, le cui spese rimangono a carico del conduttore medesimo”.

L’apertura, la verifica e l’esame delle buste contenenti le offerte saranno effettuate in seduta pubblica, alle ore 10 del 10 maggio 2018, presso la sede del Comune di Taormina, in Corso Umberto n.217. L’aggiudicazione avverrà anche in presenza di una sola offerta.

© Riproduzione Riservata

Commenti