turisti in Corso Umberto a Taormina

Aspettando l’installazione dei dissuasori antiterrorismo che dovrebbero presto essere posizionati dal Comune a Porta Catania e Porta Messina, le Forze dell’Ordine preparano a Taormina il piano “Pasqua sicura”. Sia per la sicurezza che per la circolazione si intende garantire una Pasqua e Pasquetta all’insegna della serenità a Taormina. Le attività per la sicurezza verranno, come di consueto, sovrintese dal vicequestore, Enzo Coccoli. Il dirigente della Polizia di Stato dispiegherà, d’intesa con la Questura di Messina, gli agenti della Ps lungo le aree strategiche della città, in centro storico e agli ingressi della città.

Dopo il G7, ospitato qui lo scorso anno e rivelatosi un impeccabile appuntamento in termini di sicurezza, Taormina è ormai ancor più a pieno titolo una delle località internazionali di maggiore rilievo e dove c’è bisogno della massima attenzione. Saranno, ovviamente, impegnati nei servizi sul territorio, a Taormina e nell’hinterland ionico-alcantarino, anche i Carabinieri della Compagnia di Taormina, diretti dal Comandante Arcangelo Maiello, con i militari delle Stazioni dipendenti. La Polizia locale sta predisponendo il piano di viabilità per le giornate di Pasqua, nonostante le ormai ataviche difficoltà di organico.

Alcuni servizi saranno modulabili a seconda del meteo. “I nostri agenti per l’imminente periodo di feste – ha reso noto il comandante della Polizia locale di Taormina, Agostino Pappalardo – effettueranno il consueto servizio di vigilanza. Vedremo anche quelle che saranno le condizioni atmosferiche delle giornate di festa ma in qualsiasi caso ci sarà la dovuta e massima attenzione”. In caso di bel tempo gli avventori preferiranno in molti casi passare qualche ora nelle spiagge e di conseguenza vi sarà maggiore attenzione nella zona a mare, mentre l’eventuale pioggia in questi casi concentra la gran parte dei turisti sul Corso Umberto, nel centro di Taormina. Nelle prossime giornate tornerà a riempirsi il parcheggio Porta Catania (700 posti disponibili) ed il Lumbi (900 posti) e ritorneranno alla piena attività diverse attività ricettive, con tanti alberghi che da qui in poi riapriranno e inizieranno la stagione turistica.

Si stanno preparando all’appuntamento con la Pasqua anche i bar, i ristoranti e i vari ritrovari che torneranno così ad animarsi dopo i mesi della bassa stagione. L’obiettivo, o perlomeno l’auspicio, è quello di vivere un’altra stagione importanti con la presenza di tanti turisti che anche lo scorso anno consentirono a Taormina di superare quota Un milione di presenze turistiche.

© Riproduzione Riservata

Commenti