Benigni, Longo e Valentino, i consiglieri comunali del Pd
Benigni, Longo e Valentino, i consiglieri comunali del Pd

Il capogruppo del Partito Democratico, Piero Benigni, invita l’Amministrazione comunale a fare chiarezza sul futuro del Palacongressi di Taormina, che nei giorni scorsi ha ottenuto l’agibilità definitiva con il relativo placet della Commissione comunale di Vigilanza.

“Nei giorni scorsi è avvenuto a Taormina – ha detto Benigni – un fatto importante e straordinario e mi riferisco alla riconsegna delle chiavi del Palazzo dei Congressi, rimesso a nuovo e restituito ora alla città dal Governo nazionale con il supporto dell’Aeronautica militare. Un fatto così rilevante non può passare in sordina e non può essere sottaciuto, perché è stato un successo non della Giunta ma della città nella sua interezza. Il Governo, tanto criticato, ha impiegato 4 milioni e 300 mila euro per Taormina, mettendo a norma una struttura che attendeva l’agibilità da oltre 30 anni”.

“Sarebbe stata una buona cosa – prosegue Benigni – mostrare ai consiglieri un minimo di relazione su cosa è stato fatto in questi mesi, informandoci dei lavori avvenuti che certamente hanno una straordinaria rilevanza. Ora mi chiedo cosa ne sarà del Palazzo dei Congressi, che dovrà gestire una forza pari a 20 o 22 congressi all’anno. Chi gestirà ufficialmente o ufficiosamente, intanto, questo palazzo? Chi si occuperà dell’accoglienza all’interno dell’edificio e di un minimo di informazione sulle potenzialità della struttura? Chi si occuperà delle manutenzioni e delle pulizie interne? Sono tutti interrogativi legittimi, propedeutici a garantire la migliore fruizione possibile del Palacongressi”.

“Il sindaco – conclude Benigni – ha detto più volte che il Palacongressi necessita di una gestione e a questo punto, considerando che un congresso si stabilisce 365 giorni prima, ritengo che già per il 2019 la città di Taormina avrà ricevuto o si appresta a ricevere delle richieste di utilizzo del palazzo. L’Amministrazione ha intenzione o no di indire un bando pubblico per la gestione? Ad oggi non abbiamo visto nessun documento riguardante il bando di gara. Siamo arrivati al punto in cui bisogna prendere una decisione. Altrimenti non ha senso andare a Mosca se non viene programmata al più presto la gestione di questa struttura. La gente vuole sapere al più presto e con la dovuta chiarezza quale sarà lo scenario e cosa intende fare il Comune del Palazzo dei Congressi.

© Riproduzione Riservata

Commenti