Palazzo dei Duchi di Santo Stefano ha ospitato nelle scorse ore “Re-strutturare il turismo in Sicilia-Il caso Taormina”, forum pubblico sul turismo organizzato da Act, la giovane Associazione Commercianti di Taormina da poco costituitasi. All’evento hanno preso parte anche l’assessore regionale al Turismo, Sandro Pappalardo e l’europarlamentare Salvo Pogliese. Al tavolo dei relatori, inoltre, il sindaco Eligio Giardina, il presidente degli Albergatori di Taormina, Italo Mennella, e l’assessore comunale al Turismo, Salvo Cilona.

“Parlo ai giovani universitari che stanno frequentando un master sul turismo e dico a loro di non andare via – ha detto Pappalardo –. Le vostre tesi siano spunto per migliorare le politiche regionali. E’ inutile elencare una sfilza di problemi se poi non si riesce a proporre neppure una soluzione, quindi ognuno si assuma la responsabilità delle proprie competenze. Il turismo è una scienza esatta non si improvvisa, fino a questo momento non si è saputo vendere il prodotto Sicilia e molta gente che parla è azionista di maggioranza dello sfacelo della Regione siciliana: mettiamoci tutti la mano sulla coscienza. Stiamo creando un brand unico”.

L’Associazione Commercianti Taormina ha messo in cantiere un anno di eventi ed appuntamenti all’insegna di cibo, vino, fiori, musica e cinema. La Regione punta, a sua volta, su nuovi collegamenti aerei (a partire da quelli con Olanda e Germania) ed un pacchetto turistico comune con Malta di 5 giorni da trascorrere tra le due isole.

“Raccogliamo l’invito dell’assessore e vogliamo incontrarlo a Palermo e fare sinergia – hanno dichiarato Nino Scandurra, presidente di Act Taormina e Pietro D’Agostino, vicepresidente di Act Taormina – , perché quello che ci preme di più è far rivivere 365 giorni l’anno Taormina, confrontarsi con le Istituzioni e i rappresentanti di categoria sulle strategie programmatiche da mettere in campo non più procrastinabili”. “Quattordici milioni di turisti nell’ultimo anno è un dato imbarazzante per la Sicilia – ha detto l’europarlamentare Salvo Pogliese -“. Al convegno, dove il caso Taormina è stato il cardine su cui si è sviluppato il focus per analizzare lo stato di salute dell’intera offerta turistica in Sicilia, moderato dal giornalista Guglielmo Troina, vicecaporedattore del Tgr Sicilia, hanno partecipato anche Ivo Blandina, presidente Camera di Commercio Messina, Rosario Dibennardo, vice presidente Federalberghi Sicilia e componente del CdA Sac e Vincenzo Tumminello, presidente di Sicilia Convention Bureau.

© Riproduzione Riservata

Commenti