Salvo Cilona, assessore al Bilancio di Taormina
Salvo Cilona, assessore al Bilancio di Taormina

Asm e Comune di Taormina verso la chiusura a parità di conti nell’atavica disputa ventennale del dare-avere per servizi reciprocamente resi e poi non pagati dalle rispettive parti. La svolta sembra essersi ormai materializzata al termine di una lunga trattativa che ha portato ad una stima definitiva dei conteggi per porre fine in modo condiviso alla questione.

“Stiamo sistemando le partite dal punto di vista giuridico – rende noto l’assessore al Bilancio, Salvo Cilona – e dovremmo chiuderle a zero euro nel dare-avere. Siamo in attesa di confrontarci con i revisori dei conti del Comune e con il consulente di Asm per definire la risoluzione di un problema che e’ di natura contabile e non di cassa e che siamo convinti possa chiudersi in parità. Asm deve ricevere dal Comune 4 milioni 758 mila euro e il Comune invece da Asm dovrebbe ricevere sostanzialmente 160 mila euro in meno rispetto a quell’importo spettante all’azienda”.

“La fatturazione di Asm ha inserito Iva per il personale e quindi, in definitiva, ci sarà un riallineamento dei conti. Va anche detto che rimane aperta una partita da 872 mila euro che dovrà essere sistemata con la parte eccedente delll’Iva e pure definito il riconoscimento da parte dell’azienda del 30 per cento sul profitto 2015-2016-2017. In linea di massima stiamo cercando di avere un quadro completo in tempi brevi per chiudere i conteggi e l’intesa”. Il 21 marzo e’ adesso in agenda un’ulteriore riunione alla quale, oltre all’assessore, prenderanno parte il commissario liquidatore di Asm, Agostino Pappalardo, i capigruppo consiliari e il presidente del Consiglio comunale, Antonio D’Aveni.

“I rapporti tra Asm e Comune di Taormina non sono mai stati cordiali e costruttivi come in questa fase”, ha aggiunto Cilona. Di riflesso, l’accordo sul dare e avere con il Comune, avvicina Asm alla fase finale del lungo percorso di risanamento dei conti dell’azienda che si trova in liquidazione ormai dal settembre 2011. La municipalizzata ha deliberato con esito positivo i bilanci 2014-2015-2016 e il previsionale 2017 ma i bilanci non sono ancora arrivati in Consiglio comunale e l’uscita di Asm dalla liquidazione dovrebbe slittare alla prossima legislatura. A giugno si tornerà al voto per le Amministrative e almeno sino ad ancora resterà alla guida dell’azienda il liquidatore Pappalardo, che sta “traghettando” Asm verso un futuro senza ulteriori patemi finanziari.

© Riproduzione Riservata

Commenti