Palacongressi di Taormina
Palacongressi di Taormina

Via libera della Commissione comunale di Vigilanza all’agibilità del Palacongressi. I lavori sovrintesi dal Commissario straordinario per il G7, Riccardo Carpino, ed effettuati dall’Aeronautica Militare hanno portato alla svolta attesa a Taormina da oltre 30 anni sull’eterna incompiuta di piazza Vittorio Emanuele. L’ok per il Palazzo dei Congressi è arrivato dopo una lunga sessione di sopralluoghi ed accertamenti, durati quasi 5 ore, all’interno dell’edificio interessato da due tranche di lavori, eseguiti dall’Aeronautica prima e dopo il G7 2017 con finanziamenti stanziati dal Governo italiano.

Erano presenti il delegato del sindaco, l’assessore ai Lavori pubblici, Gaetano Carella, con gli altri componenti della Commissione, il vicecomandante della Polizia Locale, Daniele Lo Presti, il delegato medico Asp 5, dott. Nino Moschella, ed inoltre l’esperto di elettrotecnica, ing. Alessandro Serratore, ed il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Messina, dott. Antonio Tomasello, nonchè il dirigente dell’Utc di Taormina, ing. Massimo Puglisi ed il responsabile del Suap, Mario Cilona. La Commissione ha dapprima visionato i progetti al Comune e poi da Palazzo dei Giurati si è spostata al Palacongressi e alla fine, dopo aver visionato in modo dettagliato tutti i lavori eseguiti, ha espresso parere favorevole all’utilizzo della struttura.

La svolta è arrivata dopo interminabili anni di aperture, chiusure e riaperture con deroghe provvisorie. Potranno così essere utilizzate la sala A (capienza di 820 persone), la sala B (220 persone) e le sale polifunzionali (al quarto piano, per 150 persone). “Da parte nostra – ha detto Carella – c’è l’evidente soddisfazione per questa svolta che la Città di Taormina attendeva da tantissimi anni e vogliamo, ancora una volta, ringraziare il Governo italiano e l’Aeronautica Militare per quanto hanno fatto per la Città di Taormina”. Ora il Comune di Taormina dovrà decidere quando e in quali termini indire un bando di gara per la gestione della struttura, che potrà essere utilizzata per 12 mesi l’anno e che già nelle prossime settimane inizierà ad accogliere alcuni convegni di rilievo.

Il bando di gara che la Giunta sta predisponendo potrebbe arrivare in Consiglio comunale, per l’esame dell’assemblea, prima del termine della legislatura. La vicenda verrà seguita con particolare attenzione dagli operatori economici della città, che auspicano un utilizzo adesso a pieno regime del Palacongressi nell’arco di tutto l’anno ed in particolare nei mesi di bassa stagione, quando Taormina appare da troppo tempo “dormiente” e l’economia ed il turismo si fermano.

© Riproduzione Riservata

Commenti