Eligio Giardina, sindaco di Taormina
Eligio Giardina, sindaco di Taormina

Il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, torna sulla situazione di incertezza del Taormina Film Festival e nel confermare che l’edizione 2018 verrà organizzata in house, direttamente a cura di TaoArte, punge la Regione Siciliana sull’argomento: “Come ho avuto modo di dire qualche giorno fa, ribadisco che non ci sono i tempi per il bando di gara e quindi andiamo verso questa prospettiva della gestione in house come già avvenuto un anno fa. Ma occorre che la Regione si attivi comunque subito per organizzare il festival subito”.

Poi la frecciata finale di Giardina: “Non si può inventare un festival in uno o due mesi. Ci vogliono i tempi tecnici per coinvolgere le case di produzione e gli artisti”.

Il primo cittadino di Taormina attende, intanto, il nulla osta di Videobank SpA, (storico partner tecnologico del Taormina Film Fest) alla proposta di transazione del credito da oltre 340 mila euro vantato dalla società etnea nei confronti del Comitato TaoArte e che, come si sa, ha pignorato il marchio del festival. Le parti stanno cercando di trovare un accordo per chiudere la contesa. “Abbiamo fatto una proposta di rateizzazione del debito – ha detto Giardina – ed il commissario straordinario della Fondazione, Pietro Di Miceli, ha inviato formale richiesta a Videobank per poter utilizzare, intanto, il marchio per il festival di questo anno, in attesa che venga definita e formalizzata l’intesa sul credito vantato da Videobank. Ci aspettiamo una risposta positiva, e pertanto il nulla osta da Videobank, che è stata per diversi anni partner del festival e di TaoArte e che ha quindi manifestato a più riprese il suo impegno nella città di Taormina”.

 

 

 

© Riproduzione Riservata

Commenti