Eligio Giardina, sindaco di Taormina
Eligio Giardina, sindaco di Taormina

“La mia azione di amministratore e sindaco di Taormina è pienamente trasparente e non ho paura di nulla. Tengo a precisare che non ci sarà nessuna proroga alla Mosema perché nei prossimi mesi verrà avviata la gestione della raccolta rifiuti con l’Aro Taormina”. Lo ha comunicato il sindaco Eligio Giardina sul servizio di nettezza urbana a Taormina, sul quale si avvicina la scadenza dell’affidamento alla Mosema. La ditta di Mascalucia è operativa a Taormina dal 1 ottobre scorso a seguito del bando ponte da 9 mesi mesi che concluderà i propri effetti normativi e contrattuali il 30 giugno prossimo, e a Palazzo dei Giurati è già polemica sulla possibilità di una proroga del servizio. L’opposizione invita la Giunta a non formalizzare alcuna proroga. Il presidente della Quarta Commissione Consiliare, Alessandra Caltabiano, ha presentato un’interrogazione al sindaco nella quale lo invitava a dare comunicazioni urgenti “sullo stato delle procedure ad evidenza pubblica per l’assegnazione del servizio”, ammonendo che “eventuali ritardi e proroghe saranno oggetto di invio agli organi regionali e statali di controllo sia amministrativo che civile/penale”.

Adesso la replica di Giardina. “Vorrei tranquillizzare la città – ha detto Giardina – sulla problematica della raccolta rifiuti. Siamo, intanto, riusciti lo scorso autunno ad attuare un passaggio indolore da Messinambiente ad un’altra società, la Mosema, che ha soddisfatto le aspettative ed è presente sul territorio nell’espletamento dei servizi. Voglio rassicurare che nessuno ipotizza in nessun modo alcun tipo di proroga: non è prevista e non ci sarà. Sono già stati anche inviati gli atti in Commissione consiliare per la gara riguardante l’avvio della gestione con l’Aro Taormina. L’iter sta procedendo e siamo convinti che presto potrà andare a compimento la gara, da espletare tramite l’Urega, per far subentrare l’Aro Taormina, la fase definitiva del procedimento è già in essere e nell’arco di qualche mese sarà completato l’appalto. Taormina avrà il servizio per sette anni più altri sette. La mia azione è limpida e trasparente, l’Amministrazione sta operando nella piena legittimità. Non ho paura di nulla, chiunque può inviare le carte alla Procura o alla Corte dei Conti, e in tutte le sedi penali e civili. No c’è nessun problema, non abbiamo nulla da temere”.

© Riproduzione Riservata

Commenti