Si apre a sorpresa l’opportunità un nuovo ponte turistico ed economico per la Sicilia e stavolta ad ambire ad una sinergia con la “terra di trinacria” è la Slovenia, un Paese che intende essere più vicino alla Sicilia e rafforzare i rapporti con la nostra isola. L’iniziativa è dell’Ente Sloveno per il Turismo in Italia con il Gruppo Hit, la città di Lubiana (capitale della Slovenia) e le Grotte di Postumia.

“Abbiamo scelto la Sicilia, intanto Palermo, per presentare le nostre eccellenze – ha detto Aljoša Ota, direttore dell’Ente Sloveno nel corso dell’evento a Palazzo Francavilla – perché offre ottimi collegamenti con l’aeroporto Ronchi dei Legionari di Trieste, situato a pochi km dal confine sloveno. La nostra formula di accoglienza è orientata allo sviluppo di un modello di turismo sostenibile, a contatto autentico con la natura”.

Tante le iniziative per agevolare i flussi turistici in partenza dalla Sicilia, a cominciare da un transfer gratuito per l’aeroporto di Palermo finanziato dal Gruppo Hit in collaborazione con l’Ente Sloveno. Il servizio sarà operativo da giovedì 1 marzo al 31 dicembre 2018, con opzione di estensione anche nel 2019. Il bus, riconoscibile per la livrea interamente dedicata alle destinazioni ioniche della Slovenia, avrà anche lo scopo di portare sulle strade di Palermo, Catania e Trapani, sino ad altre località come Siracusa e Taormina, un concentrato del meglio del Paese.

Alla base dell’operazione la costruzione di un “ponte culturale” tra la Sicilia e la Slovenia che promuove inediti itinerari turistici per la valorizzazione dei tesori sotrico-artistici del paese e dei suoi 5 siti Unesco: le Grotte di San Canziano con il canyon sotterraneo fluviale, la Foresta vergine di Krokar con il Monte Nevoso Ždrocle, Idria e la sua miniera di mercurio un tempo di importanza mondiale e la palude di Lubiana con la sua antica civiltà palafitticola ed infine la ‘Passione di Škofja Loka’, rappresentazione storica che si tiene ogni sei anni. E chissà che questo particolare ponte turistico che si sta aprendo tra la Slovenia e la Sicilia non possa andare a riguardare nei prossimi anni anche Taormina, capitale del turismo siciliano e meta per eccellenza dei flussi internazionali che arrivano nell’isola.

© Riproduzione Riservata

Commenti