Primi lavori al Palacongressi aspettando il G7
Palacongressi di Taormina

La riconsegna delle chiavi del PalaCongressi al Comune di Taormina dovrebbe avvenire il 28 febbraio. E’ in quella data che l’Aeronautica Militare, stando alle indicazioni che arrivano da Palazzo dei Giurati, dichiarerà dunque a tutti gli effetti conclusi i lavori di messa a norma dell’auditorium di piazza Vittorio Emanuele, messo a norma con la conseguente svolta sui problemi di agibilità che si prolungavano ormai da oltre 30 anni.

Già nella prima settimana di marzo potrebbe, quindi, essere convocata la commissione comunale di vigilanza che visionerà il palazzo a seguito dei lavori effettuati in questi mesi dall’Aeronautica ed il cui esame sarà propedeutico a far ottenere alla casa municipale la certificazione di agibilità definitiva della struttura. I lavori effettuati dai militari dell’Aeronautica hanno risolto molteplici criticità soprattutto inerenti i sistemi di impiantistica, che erano obsoleti e che di fatto costringevano il Palazzo dei Congressi ad alternare periodi di chiusura con altri di breve e momentanea riapertura, in un contesto di proroghe e deroghe provvisorie. Le opere finanziate dal Governo italiano ed eseguite dall’Aeronautica, con le direttive del Commissario straordinario per le Opere del G7, Riccardo Carpino, lasciano così in eredità alla Città di Taormina un immobile rimesso a nuovo e stavolta pronto ad essere funzionale per 12 mesi l’anno.

E a Palazzo dei Giurati sono già iniziate le “grandi manovre” per prevedere un bando di gara dedito ad affidare nei prossimi mesi, tramite procedura pubblica, la gestione del Palacongressi ad una società specializzata. Le elezioni amministrative in agenda a giugno rischiano di congelare qualsiasi discorso ed allungare i tempi perché fra poco più di 3 mesi si andrà alle urne e ci sarà un nuovo governo della città. La Giunta del sindaco Eligio Giardina vuole però andare avanti e intende provare ad indire il bando, sul quale dovrà pronunciarsi in ogni caso il Consiglio comunale. Il bando potrebbe arrivare all’esame del Civico consesso da qui a maggio.

“Per quanto riguarda l’affidamento del Palacongressi – ha detto Giardina – è già a lavoro il segretario comunale, la dott.ssa Rossana Carruba. Nel bando è previsto che chi si prenderà cura della struttura si dovrà impegnare anche a provvedere alle attrezzature necessarie per effettuare spettacoli e congressi”. L’agibilità è in arrivo ma chi otterrà la gestione del Palacongressi, dovrà infatti farsi carico quasi certamente di realizzare una tranche aggiuntiva di interventi inerente i motori di soffitta ed alcune strutture che non rientravano nel progetto dei lavori effettuati in questi mesi. “Se avessimo toccato qualcosa adesso nell’impiantistica del palazzo – ha aggiunto Giardina – avremmo rischiato di compromettere l’iter per l’agibilità e allora riteniamo che sia meglio intanto ottenere la certificazione di piena agibilità dell’immobile. Per il resto si tratta di opere non particolarmente impegnative che potranno essere eseguite anche più avanti”

© Riproduzione Riservata

Commenti