Italo Mennella, presidente Federalberghi Taormina
Italo Mennella, presidente Federalberghi Taormina

“Sull’Hotel San Domenico si trovi una soluzione al più presto, gli unici che rischiano di essere davvero penalizzati da questa vicenda sono i lavoratori”. Il monito è del presidente del presidente degli Albergatori di Taormina, Italo Mennella, che così commenta la decisione dell’assessorato ai Beni Culturali che nelle scorse ore ha sospeso il parere positivo rilasciato dalle Soprintendenza di Messina sui previsti lavori di ristrutturazione del San Domenico Palace di Taormina. “Lascia perplesso tutto ciò che sta avvenendo – afferma Mennella -, non tocca a me dire chi abbia ragione e chi invece torto o entrare nel merito della questione su pareri e concessioni, ma in ogni caso questa storia si poteva risolvere in altro modo. Tutte le polemiche e le contrapposizioni che si stanno creando non stanno contribuendo alla risoluzione del caso. Il serio rischio e che, a questo punto, il “tira e molla” sul San Domenico possa portare alla chiusura per molto tempo dell’albergo. Le parti si mettano ad un tavolo e trovino un accordo in grado di venire incontro a tutte le rispettive posizioni”.

“E’ arrivato il momento di porre fine a tutta questa confusione. Chi rischia di farne le spese più di chiunque altro sono i lavoratori – continua Mennella – perché se il San Domenico rimarrà a lungo chiuso, di conseguenza avremo lavoratori senza un impiego e conseguenti difficoltà per le proprie famiglie. Se c’è qualcosa da rivedere o da modificare lo si faccia in un clima di maggiore serenità. Il panorama di Taormina è importante, è un qualcosa che da sempre incanta i visitatori che arrivano a Taormina da tutto il mondo e indubbiamente va tutelato nel miglior modo possibile, ma adesso pensiamo soprattutto ai lavoratori del San Domenico”.

© Riproduzione Riservata

Commenti