una panoramica dall'alto dell'Hotel San Domenico di Taormina

Il Consiglio comunale di Taormina verso l’ora x sul progetto di ristrutturazione del San Domenico Palace di Taormina. Nelle ore che hanno preceduto il provvedimento con il quale a Palermo è stata sospesa l’autorizzazione delle Belle Arti per i lavori al San Domenico, il Civico consesso di Taormina ha approvato intanto un ordine del giorno urgente proprio sull’Hotel San Domenico con primo firmatario il consigliere di opposizione Eugenio Raneri nel quale viene sollecitato l’avvio immediato della trattazione in aula della vicenda. “Il 25 gennaio scorso – scrive Raneri – la ditta proprietaria ha preannunciato un’istanza di presentazione di Scia (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) e un’istanza di Cila (comunicazione di inizio lavori asseverata), per i soli lavori di ordinaria e straordinaria manutenzione per l’ammodernamento interno delle camere ed il consolidamento statico delle strutture dell’hotel e del convento. La segnalazione certificata di inizio attività è stata acquisita dal Comune il 30 gennaio scorso. La presidenza del Consiglio comunale ci ha comunicato, inoltre, un incontro con la proprietà previsto per il 14 febbraio ore 12 per discutere nuovamente “alla luce della documentazione inviata”. Ma l’Amministrazione comunale sin qui non ha ritenuto di sottoporre al vaglio del Consiglio comunale la questione, che deve essere urgentemente discussa da questo Consiglio comunale”.

“Esprimo forti perplessità – ha spiegato Raneri – in merito alle opere da realizzare al San Domenico. Tra l’altro il sindaco ha fatto trasmettere gli atti alla Regione Sicilia per tutelare l’immobile (con ricorso gerarchico). La Scia e la Cila non possono essere presentate per una struttura soggetta a vincolo storico-ambientale”. “Quanto evidenziato dal consigliere Raneri – ha detto anche il capogruppo del Pd, Piero Benigni è condivisibile. Non è stato rispettato dalla proprietà quanto si era deciso nella riunione tenutasi in merito nella stanza del sindaco. Chiediamo di conoscere quale atteggiamento assumerà adesso l’Amministrazione”.

L’odg che sollecita, quindi, la discussione in aula del progetto del San Domenico è stato esitato con 13 voti favorevoli su 13 votanti. E’ stata così impegnata la presidenza Consiglio comunale “a convocare d’urgenza il Consiglio per deliberare sul progetto dell’Hotel San Domenico, presentato dalla Taormina Hotel Property Spa Milano” e all’assessore all’Urbanistica è stata data indicazione di “far predisporre le proposte propedeutiche al pronunciamento del Consiglio”.

© Riproduzione Riservata

Commenti