Sala impianti elettrici Palazzo dei Congressi di Taormina
Sala impianti elettrici Palazzo dei Congressi di Taormina

Il Comune di Taormina ha stanziato con apposita delibera di Giunta le prime somme necessarie per avviare le attività di collaudo del Palacongressi, che tra pochi giorni verrà consegnato dall’Aeronautica Militare a conclusione del piano di interventi finalizzato alla messa a norma definitiva della struttura. “Per attivare le procedura di verifica, messa in esercizio e collaudo degli apparati di emergenza e gruppi elettrogeni – spiega il vicesindaco Andrea Raneri – è stata avanzata da parte dell’Aeronautica Militare la richiesta di fornitura di circa 6 mila litri di gasolio. Per questo abbiamo assegnato agli Uffici comunali – Servizio Autoparco, la somma di 7 mila euro per l’acquisto del gasolio”. Proprio per la verifica degli apparati di emergenza e dei gruppi elettrogeni interessati dai lavori di questi mesi, è stata avanzata alla casa municipale la richiesta di fornitura del gasolio per i necessari test di funzionalità degli impianti.

Incombono, insomma, le attività di verifica e collaudo dei lavori connessi al G7 dello scorso anno, in un contesto che ha visto protagonista il Governo italiano con due finanziamenti stanziati prima e dopo il vertice dei sette grandi per consentire la sistemazione del Palazzo dei Congressi e l’agibilità definitiva dell’edificio. Si avvicina una svolta che la Città di Taormina attendeva da ormai oltre 30 anni, per poter disporre 12 mesi l’anno di una struttura che sino a questo momento era rimasto eternamente impantanato tra aperture e chiusure “a singhiozzo”.

Nella prima decade di febbraio dovrebbe così essere ultimata la consegna dei lavori da parte dell’Aeronautica Militare ed intanto proprio i militari si adopereranno subito per alcune verifiche propedeutiche alla conclusione del cantiere. La casa municipale, non appena rientrerà in possesso delle chiavi del Palacongressi, attiverà l’iter per la convocazione della Commissione di Vigilanza, destinata ad entrare in azione nella seconda parte di questo mese per accertare se effettivamente il palazzo di piazza Vittorio Emanuele potrà incassare l’agibilità completa. Gli uffici di Palazzo dei Giurati contano di ottenere in tempi brevi il via libera da parte della Commissione di Vigilanza, anche perchè già per i mesi di marzo ed aprile sono state avanzate delle richieste al Comune per alcuni congressi che potrebbero tenersi in questa struttura.

© Riproduzione Riservata

Commenti