l'associazione B&B e Case d'Epoca Città di Taormina amplia i suoi confini

L’Associazione B&B e Case d’Epoca di Taormina potrebbe presto far registrare nuove adesioni e guarda anche oltre i confini locali. Ad aprire le porte ad una nuova prospettiva è il presidente del sodalizio taorminese che rappresenta l’ospitalità familiare, Giovanni Ficarra. “Circa 70 bed and breakfast di Messina vogliono unirsi a noi – spiega Ficarra -. Anche nel capoluogo è stata fatta un’associazione di categoria ma c’è la consapevolezza che tutto il territorio deve esprimersi in modo unitario per contare di più sul mercato. L’unione fa la forza e allora partendo da questo presupposto stiamo valutando l’opportunità di far convergere insieme a noi le attività di Messina, Milazzo ed anche quelle di Ragusa. La soluzione alla quale stiamo lavorando è quella di una federazione tra i B&B e Case d’Epoca di Taormina ed altre realtà dell’isola, che potrebbe portare ad una sorta di unica piattaforma turistica della destinazione Sicilia per quanto concerne la categoria dei B&B e delle case vacanza”.

“D’altronde – continua Ficarra – i tour operator hanno compreso che il 30% del movimento turistico in italia passa dai B&B e dalle case vacanza, ci viene chiesto di avere un riferimento unico e per un futuro non troppo lontano guardiamo al cosiddetto “Gran tour di Sicilia dei B&B”. Faremo un pacchetto turistico particolare e sara poi la gente a scegliere il target della struttura dove alloggiare, anche in base al loro budget e alle loro legittime aspettative per il soggiorno. Punteremo a fare dei prezzi concorrenziali da 50 e 60 euro nella bassa stagione, andando a fare concorrenza alla Spagna e a quelle destinazioni che sino a questo momento intercettano la gran parte dei flussi turistici approfittando anche del fatto che il nostro territorio presenta tante attività chiuse. Nel periodo invernale il nostro settore, che solo a Taormina conta su circa un centinaio di bed and breakfast, può rappresentare un segmento di riferimento per tenere Taormina aperta ed accogliere un buon numero di turisti”.

© Riproduzione Riservata

Commenti