Parcheggio della Stazione ferroviaria di Taormina
Parcheggio della Stazione ferroviaria di Taormina

Interbus-Etna Trasporti è la nuova proprietaria del parcheggio della Stazione Ferroviaria Taormina-Giardini Naxos. La società ennese ha infatti acquistato l’area a sosta sita nella frazione taorminese di Villagonia, che era stata messa in vendita da Rfi, attraverso la società Ferservizi (che si occupa del patrimonio delle Ferrovie dello Stato). Si tratta di un terreno di oltre 5 mila mq che, dunque, è stato acquisito dalla società di autolinee e trasporti con un importante impegno economico di circa 600 mila euro e che a partire dai prossimi mesi verrà utilizzato come stazione terminal dei pullman, a supporto del punto di sosta dei bus di Via Pirandello, area comunale dove tradizionalmente opera la Interbus ormai da parecchi anni.

Da tempo ci si chiedeva a Taormina e nell’hinterland che fine avrebbe fatto il parcheggio della Stazione e a quale esatto destino sarebbe andato incontro un immobile strategico che lo scorso anno le Ferrovie hanno deciso di dismettere. Adesso è così arrivata la risposta con l’operazione portata a termine dalla Interbus-Etna Trasporti, un vero e e proprio “colpaccio” piazzato con l’impegno del proprietario, il cavaliere Alessandro Scelfo e del direttore d’esercizio, Mario Nicosia.

Si materializza, di riflesso, di un’autentica beffa per l’Asm di Taormina che aveva provato ad assicurarsi la proprietà del parcheggio di Villagonia, con iter avviato dal Commissario liquidatore, il Comandante Agostino Pappalardo. Asm aveva chiesto ufficialmente al Comune il placet per poter partecipare al bando di gara indetto dalle Ferrovie ma la municipalizzata non ha ottenuto il necessario via libera del Consiglio comunale, che non ha neppure affrontato l’argomento. Il termine ultimo per presentarsi alla gara era quello del 26 settembre 2017 ma il Civico consesso ha ritenuto opportuno non prendere in considerazione la richiesta di Asm e a questo punto l’ormai ex parcheggio delle Ferrovie è passato nelle mani di Interbus

© Riproduzione Riservata

Commenti