controlli della Polizia locale di Taormina

L’organico del Corpo di Polizia locale di Taormina è ormai ridotto ai minimi storici e la conferma più eloquente del momento di difficoltà arriva dai risultati conseguiti nel 2017 e diffusi nelle scorse ore ore a seguito della 17esima festa di San Sebastiano, Santo Patrono dei vigili urbani di Taormina. Nel 2017, nonostante il forte impegno degli uomini diretti dal Comandante Agostino Pappalardo, si è registrato, infatti, un introito per i proventi delle contravvenzioni pari a 261 mila 382,85 euro, con una diminuzione rispetto al 2016 di 167 mila 140 euro (428 mila 523 euro nel 2016).

L’attività del Corpo ha portato lo scorso anno, nel dettaglio, a 15 persone denunciate all’Autorità Giudiziaria per vari reati di cui 2 tratte in arresto per resistenza a pubblico ufficiale, 3 denunciate per occupazioni abusive di pubblici edifici, 1 denunciata per porto abusivo di oggetti atti ad offendere, 3 denunciati per disturbo de della quiete pubblica, 1 denunciata per violazione alle norme sullo scarico delle fognature, 1 denunciata per omissione di lavori in edificio pericolante, 1 denunciata per accattonaggio con l’utilizzo di minori. Sono stati effettuati 26 sopralluoghi edilizi, 5 persone sono state denunciate per violazioni alla normativa urbanistica. Effettuati inoltre 26 Tso e rilevati 21 incidenti stradali, di cui 10 con feriti e 11 con soli danni ai mezzi.

Le violazioni al Codice della Strada accertate nel 2017 a Taormina sono state complessivamente 5 mila 847, di cui 69 per la sosta negli spazi riservati alle persone diversamente abili, 1128 per sosta negli spazi riservati ai possessori di pass e 2 mancata copertura assicurativa, 4 per mancata revisione dei veicoli, 2 per guida con patente revocata, 33 per occupazione abusiva di suolo pubblico. Rispetto all’anno precedente si evidenzia un calo di 3 mila 477 violazioni al Codice della Strada accertate. I veicoli sequestrati e/o sottoposti a fermo amministrativo sono stati 2, i veicoli rimossi 129. Infine effettuate segnalazioni per decurtazione di punti della patente pari a 117 punti, accertate 46 violazioni ai regolamenti amministrativi e comunali ed operati 12 sequestri di merce nei confronti di 12 ambulanti abusivi.

Il nuovo piano di riequilibrio (il terzo negli ultimi 4 anni) che il Comune si accinge a varare da qui ai prossimi 40 giorni farà capire se sarà possibile superare l’attuale blocco alle assunzioni in Comune che i revisori dei conti hanno indicato sino al 2019 per motivi di bilancio ed è una questione che interessa da vicino soprattutto i vigili urbani. Un agente è andato in pensione lo scorso settembre, un altro andrà a riposo a luglio del 2018 ed un altro ancora a dicembre del 2019 ed è proprio la fine del 2019, la “dead line” entro la quale o avverrà il potenziamento dell’organico della Polizia locale di Taormina o si rischierà il clamoroso scenario del declassamento del Corpo, paventato ormai da tempo. Con i pensionamenti in vista da qui ai prossimi 24 mesi, servirà un’accelerazione per garantire i necessari rinforzi alla Polizia locale.

© Riproduzione Riservata

Commenti