fondi europei per l'internazionalizzazione delle imprese

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 12/01/2018 il bando che decreta il via all’ azione 3.4.2 “Incentivi all’acquisto di servizi di supporto all’internazionalizzazione”. E’ il nuovo bando del PO FESR Sicilia 2014/2020, il cui scopo è quello di favorire la realizzazione di progetti d’investimento finalizzati all’internazionalizzazione delle imprese, mediante concessione di agevolazioni sotto forma di contributo in conto capitale, sulla base di una procedura valutativa a sportello, in conformità alle disposizioni comunitarie, nazionali e regionali vigenti in materia, nonché dei principi di semplificazione e di riduzione degli oneri amministrativi a carico delle imprese. La dotazione finanziaria – rende noto IncentiviSicilia.it – disponibile per le operazioni selezionate attraverso l’avviso è di 16.013.724,00 euro.

In questa tipologia di azioni rientrano le operazioni di supporto individuale a beneficio di imprese singole e associate per l’accompagnamento delle stesse nel proprio percorso di internazionalizzazione e di sostegno per l’accesso ai mercati da acquistare presso soggetti qualificati. Analisi di mercato, studi di fattibilità e business scouting sui paesi esteri volte ad identificare e sviluppare un percorso d’internazionalizzazione per il proprio business.

Possono presentare domanda le Piccole e Medie Imprese, in forma singola o associata in ATS, ATI, Reti di imprese con personalità giuridica (Rete Soggetto), Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete Contratto), Consorzi, Società consortili esercitanti una attività economica identificata come prevalente rientrante in uno dei seguenti Codici ATECO ISTAT 2007: SEZ. B: Estrazione di minerali da cave e miniere SEZ. C: Attività manifatturiere SEZ. D: Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata SEZ. E: Fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento SEZ. F: Costruzioni SEZ. G: Commercio all’ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli SEZ. H: Trasporto e magazzinaggio SEZ. I: Attività dei servizi di alloggio e ristorazione SEZ. J: Servizi di informazione e comunicazione SEZ. K: Attività finanziarie e assicurative SEZ. L: Attività immobiliare SEZ. M: Attività professionali, scientifiche e tecniche SEZ. N: Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese SEZ. P: Istruzione SEZ. Q: Sanità e assistenza sociale SEZ. R: Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e di divertimento SEZ. S: Altre attività di servizi. Sono esclusi i settori della pesca e dell’acquacoltura e quelli del settore della produzione primaria dei prodotto agricoli.

Il contributo massimo concedibile non sarà superiore a euro 100.000,00 in caso di impresa singola e a 200.000,00 euro nel caso di progetto presentato in forma associata. Le agevolazioni sono concesse in «de minimis» nella forma di contributo in conto capitale nella misura massima dell’ 80% dei costi ammissibili . Il contributo sarà concesso sulla base di una procedura di valutazione a sportello.

Le spese ammissibili – sempre come evidenziato da IncentiviSicilia.it – a contributo per il bando 3.4.2 sono le seguenti. Costi dei servizi di consulenza per l’internazionalizzazione prestati da consulenti esterni: servizi in questione non dovranno essere continuativi o periodici ed esulano dai costi di esercizio ordinari dell’impresa connessi ad attività regolari quali la consulenza fiscale, la consulenza legale o la pubblicità. Il costo relativo al servizio di consulenza di un eventuale Temporary Export Manager potrà essere rendicontato fino all’importo di 20.000 Euro, comprensivo di tutti gli oneri dovuti.Il valore complessivo dei servizi di consulenza non potrà essere superiore a 40.000 Euro nel caso di progetto presentato da singola impresa e di 80.000 Euro nel caso di imprese che si presentano in forma associata.

Costi per eventi internazionali e per attività funzionali allo sviluppo della dimensione internazionale della PMI ovvero al lancio di prodotti: in questa tipologia rientrano le spese  relative ad affitto e allestimento area espositiva per la partecipazione alle fiere internazionali; costi per la fornitura di beni materiali (quali arredi) che compongono lo stand; spese di gestione dello stand: relativo ai costi del personale (dipendente o esterno quali hostess/steward) impegnato per il solo tempo di presenza nello stand, e i costi relativi a traduttori e interpreti); spese di trasporto e assicurazione dei materiali e dei prodotti utilizzati esclusivamente in occasione degli eventi promozionali previsti nel progetto; viaggio, vitto e alloggio del personale aziendale in misura massima di due addetti in occasione degli eventi promozionali previsti nel progetto; affitto e allestimento location per attività di incoming, outgoing, etc.

Le prenotazioni per la presentazione delle domande dovranno essere effettuate nel portale delle agevolazioni all’indirizzo: http://portaleagevolazioni.regione.sicilia.it a partire dalle ore 9.00 del 40° giorno decorrente dalla data di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana e fino alle ore 14.00 del 50° giorno decorrente dalla stessa data, ovvero entro il 2 Marzo 2018.

fondi europei per l’internazionalizzazione delle imprese

© Riproduzione Riservata

Commenti