i locali del Centro Parrocchiale di Taormina

Un numero crescente ed entusiastico di giovani ha ripreso a frequentare i luoghi dell’educazione religiosa a Taormina. Un tempo quei posti in paese erano l’Oratorio dei Salesiani e c’erano i Fratelli Maristi. E dopo l’avvenuto addio alla città di queste due storiche realtà, proprio nella sede di Via Pirandello delle Suore Francescane c’è adesso il nuovo punto di incontro e di riferimento per i giovani taorminesi: è il Centro parrocchiale Taormina di Via Pirandello, inaugurato il 2 dicembre scorso. Un’ala del complesso delle Suore Francescane, come si ricorderà, è stata infatti rilevata la scorsa estate dalla Parrocchia di Taormina, su iniziativa del’arciprete, mons. padre Carmelo Lupò.

I locali sono stati ristrutturati ed è qui che la Parrocchia ha dato ai ragazzi e alle ragazze taorminesi un qualcosa che sin da subito ha inteso porsi come più di un semplice centro giovanile di aggregazione. Mons. Lupò, con l’iniziativa portata a compimento nel settembre 2017 (nella ricorrenza dei tre anni dal suo arrivo in città) ha inteso dare un segnale forte e rassicurante alle nuove generazioni di Taormina, che in passato erano cresciute, come detto, per lo più con gli insegnamenti dei Salesiani e dei Maristi e che ora possono stare ancor più vicini alle attività della Parrocchia e disporre di un moderno e funzionale Centro Parrocchiale.

“In questa struttura – ha spiegato padre Lupò – si fanno attività rivolte ai giovani ma è una casa comune aperta a tutti, alle famiglie che accompagnano i loro bambini, ai giovani che, finita la formazione catechistica, continuano il loro percorso di crescita e di maturazione, agli amici dell’Unitalsi che già dalla scorsa estate hanno preso parte al Follest e che adesso frequentano il Centro con incontri settimanali, alle mamme e alle nonne che si riuniscono per lavori di sartoria e per trascorrere del tempo insieme ai ragazzi. E’ un luogo per tutti”. Sincero apprezzamento per l’operato della Parrocchia di Taormina è stato espresso dall’Arcivescovo di Messina, mons. Giovanni Accolla, che qualche giorno fa ha presieduto una celebrazione eucaristica in Cattedrale in quella che è stata la sua prima visita ufficiale a Taormina dal giorno del suo insediamento.

© Riproduzione Riservata

Commenti