slot machine in un bar

Giardini Naxos doppia Taormina e nel 2016 fa registrare una spesa per il gioco pari a complessivi 11 milioni di euro. Il dato pro-capite annuale è stato di 1213 euro a giocatore, di cui 532 euro per le new slot e 682 euro in videolottery. Nel totale degli 11,39 milioni di euro spesi nel gioco, 5 milioni di euro sono stati destinati alle slot e 6,4 milioni in videolottery. Nella seconda stazione turistica siciliana risultano presenti 117 apparecchi di cui 101 per slot e 16 videolottery. La stima è quella di 12,5 apparecchi presenti ogni mille abitanti, 10,8 slot e 1,7 videolottery. L’ammontare delle giocate pro-capite a Giardini Naxos è in netto incremento ed è stata nel 2016 di 1.213,7 euro contro le 920,1 euro del 2015. Il Comune di Giardini Naxos ha una popolazione di 9.384 abitanti con un reddito pro-capite pari a 14.781 euro.

Decisamente più bassi i numeri di Letojanni dove le giocate pro-capite annuali nel 2016 ammontano a 389 euro e si riferiscono alle sole new slot perché non risultano presenti in paese le videolottery. Letojanni ha una popolazione di 2.839 abitanti, con un reddito pro-capite pari a 15.299 euro. Le giocate complessive nel 2016 sono state pari a 1,10 milioni di euro, con 5,3 apparecchi (slot) ogni mille abitanti. Va detto, comunque, che anche qui le giocate pro-capite sono cresciute e le 389 euro del 2016 superano nettamente le 242,2 euro del 2015.

Nella zona ionica le giocate pro-capite annuali si confermano stabili i dati di Santa Teresa di Riva, con 273,6 euro nel 2016 contro le 274,5 euro del 2015, in una località dove si contano 64 apparecchi presenti e sono tutte new slot (la media è quindi 6,8 slot ogni mille abitanti). Le giocate complessive nel 2016 sono state pari a 2,56 milioni di euro, in una cittadina di 9 mila 360 abitanti con reddito pro-capite pari a 15 mila 544 euro.

Nella Valle dell’Alcantara da notare il dato di Gaggi dove le giocate pro-capite annuali sono state nel 2016 pari a 429 euro in un Comune di 3 mila 240 abitanti: una cifra non distante da quella di Taormina, dove si contano 451,6 euro ma con oltre 10 mila abitanti. A Gaggi non ci sono videolottery e i 25 apparecchi sono tutti new slot (7,7 ogni mille abitanti) per un ammontare di giocate complessive che è stato superiore ad Un milione di euro nel 2016 (1,39 mln). Le giocate pro-capite 2016, 429,2 euro superano quelle del 2015 quando furono 368,5 euro. Infine, a Graniti le giocate pro-capite anche qui soltanto per slot hanno portato nel 2016 ad una spesa complessiva di oltre 500 mila euro (1.470 abitanti) su 7 apparecchi, e si è passati da 204 euro di giocate pro-capite del 2015 a 340 euro del 2016.

© Riproduzione Riservata

Commenti