Il Comitato genitori dei bambini ricoverati ed in cura al Ccpm di Taormina ha ufficialmente invitato Papa Francesco ad effettuare una visita al Centro di Cardiochirurgia Pediatrica sito all’interno dell’ospedale San Vincenzo. Una lettera nella quale si rivolge un invito a Sua Santità a recarsi presso la struttura ospedaliera gestita dal Bambino Gesù di Roma è stata inviata nelle scorse ore in Vaticano. A Papa Francesco che anche di recente ha avuto modo di recarsi in altre strutture ospedaliere per bambini e che ha sempre avuto sensibilità ed attenzione verso il Bambino Gesù di Roma è stato così chiesto di visitare il moderno centro della Cardiochirurgia pediatrica che è punto di riferimento per l’assistenza ai piccoli cardiopatici della Sicilia e del Sud Italia.

“Abbiamo invitato Papa Francesco con una nota inviata alla sua attenzione in Vaticano e siamo fiduciosi in una sua risposta positiva – afferma la portavoce del Comitato dei genitori, Caterina Rizzo -. La nostra fondata speranza è che decida di accogliere questo invito fatto dai genitori del Ccpm e che venga presto a trovare i bambini a Taormina. Lo meritano i nostri
bambini e lo meritano l’eccezionale staff medico ed il personale tutto del Bambino Gesù che lavora a Taormina e che nel corso di questi anni è diventato per i bambini ricoverati più di un semplice supporto medico ed ha mostrato un grande senso di umanità oltre le indubbie capacità professionali”.

“Se la Cardiochirurgia pediatrica è diventata così importante – ha aggiunto Rizzo – è grazie all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, al Vaticano e alla dottoressa Mariella Enoc, presidente dell’ospedale romano, che ho avuto modo di incontrare ed alla quale ho chiesto di riferire al Santo Padre di pregare per tutti i bambini e di accettare l’invito a visitare il centro siciliano. Verrà, ne siamo convinti”. Papa Francesco potrebbe, dunque, accettare l’invito a raggiungere il Ccpm di Taormina, anche se ovviamente si tratta di una possibilità sulla quale c’è stretto riserbo e che richiederebbe eccezionali misure di sicurezza. Intanto quanto prima potrebbe recarsi a Taormina la presidente del Bambino Gesù, la dott.ssa Mariella Enoc, che intende confermare la presenza del Ccpm al San Vincenzo anche nei prossimi anni e potrebbe quanto prima avviare la discussione con il direttore generale dell’Asp Messina, Gaetano Sirna, e con la Regione Siciliana per l’estensione della convenzione attualmente in essere sino al luglio di questo anno.

Intanto, dopo la visita dello scorso 5 gennaio all’Ospedale Bambino Gesù di Palidoro (Roma), chissà che Papa Francesco non decida davvero di fare quanto prima un’altra
sorpresa, stavolta ai bambini del Ccpm di Taormina. L’attesa è già iniziata.

© Riproduzione Riservata

Commenti