Antonio D'Aveni, presidente del Consiglio comunale
Antonio D'Aveni, presidente del Consiglio comunale

«Gli impegni che aveva assunto la proprietà con il Comune di Taormina sono stati disattesi. A questo punto affronteremo al più presto il caso San Domenico e saremo al fianco dei lavoratori». Lo afferma il presidente del Consiglio comunale, Antonio D’Aveni che preannuncia l’arrivo in sede di Civico consesso della vicenda dei previsti lavori di ammodernamento dell’albergo nell’ottica dei quali è stato previsto il licenziamento di tutto il personale in forza alla struttura. «Lo scorso ottobre avevamo discusso la questione del San Domenico in un incontro in aula consiliare con i lavoratori e con i sindacati – spiega D’Aveni -. La proprietà aveva dato in seguito delle garanzie sui livelli occupazionali ma prendiamo atto che così non è stato. Li invitiamo a rivedere la propria posizione, come da impegni presi con il Comune di Taormina. Il Consiglio comunale tutelerà i lavoratori e non li lascerà da soli».

L’arrivo del progetto in aula. «Il progetto dei lavori, per il relativo esame che dovremo fare in aula consiliare, non è ancora arrivato agli uffici della presidenza del Consiglio comunale – aggiunge D’Aveni -. Di certo non si può condividere il fatto che uno degli alberghi più importanti al mondo abbia deciso di licenziare tutti e trasformare l’attività in stagionale. Parliamo di uno storico hotel di lusso e non di un 2 stelle, col dovuto rispetto per i 2 stelle. Il Consiglio farà tutto quanto nelle proprie prerogative, anche se possiamo intervenire solo sui progetti di ampliamento».

© Riproduzione Riservata

Commenti