Agostino Pappalardo, commissario liquidatore Asm
Agostino Pappalardo, commissario liquidatore Asm

«A Taormina è arrivato il momento di dire basta con i soliti nomi. La città ha bisogno di gente che ha dimostrato di saper amministrare bene e in questo momento il nome più spendibile è quello di Agostino Pappalardo. Gli chiederemo di valutare l’opportunità di un impegno per una sua candidatura a sindaco». La clamorosa dichiarazione è di Giovanni Aucello, l’ex delegato del sindaco per la frazione di Mazzarò che preannuncia la nascita di un movimento civico che intende proporre la nomination alla sindacatura del Comandante della Polizia municipale e liquidatore Asm, Agostino Pappalardo.

Il salvataggio di Asm. «I fatti dicono che Pappalardo ha risanato Asm riuscendo lì dove prima di lui hanno fallito tutti per 20 anni – spiega Aucello -, ha salvato l’azienda dal disastro e lo ha fatto a costo zero, senza un euro di compenso dal 2014 ad oggi. I numeri sono chiari e non li può smentire nessuno. Oltre l’odio bipartisan o l’antipatia di comodo di alcuni, da parte di chi in questi anni lo ha criticato per una multa o per una sanzione inflitta da Comandante della Polizia locale, Pappalardo si dimostrato un ottimo amministratore e si è meritato invece la stima, rivelandosi non solo abile nella sua funzione di Comandante ma anche da figura guida di un’azienda. Ricordiamoci come ha gestito l’emergenza della funivia e ha diretto Asm senza fare ricorso ad anticipazioni di cassa. Ha il carattere e l’autorevolezza per far bene in politica e, di fatto, è già entrato in questo difficile ambito da quando è in azienda, dando prova di saper fare bene. La politica stessa che lo ha nominato liquidatore votandolo in Consiglio sa bene che non è un’eresia pensare al Comandante Pappalardo per la sindacatura e forse proverà a stoppare questa ipotesi per paura che diventi una soluzione concreta. I tempi per questa sfida sono invece maturi».

L’alternativa. «Questo signore va ringraziato – conclude Aucello -, se Asm non è fallita lo si deve a lui. Forse avrà anche lui fatto qualche errore nella sua vita ma nel complesso è uno che ha dato risposte importanti in un contesto come Asm che ha spaccato intere Amministrazioni dagli Anni Novanta sino al 2014. Insieme ad altri amici con i quali stiamo discutendo un progetto per la città, chiederemo l’impegno del Comandante Pappalardo, ritenendolo garanzia di legalità e di buon governo. La città vuole una svolta e allora bisogna avere il coraggio di puntare su una figura in assoluta discontinuità con tutte le altre. È necessaria un’alternativa ai vari politici che meritano il dovuto rispetto come persone ma sul piano amministrativo hanno fallito».

© Riproduzione Riservata

Commenti