Valentina Zafarana e Carla Santoro
Valentina Zafarana e Carla Santoro

Blitz a Taormina della portavoce all’Assemblea regionale del Movimento Cinque Stelle, on. Valentina Zafarana che nelle scorse ore si è recata nella località ionica per constatare lo stato dei plessi scolastici cittadini. La deputata ha incontrato la preside dell’ Istituto Comprensivo n. 1, prof.ssa Carla Santoro, per approfondire la questione e vagliare le possibile azioni da mettere in campo, a fronte delle emergenze da tempo in atto. «Il Meetup “Taorminesi in Movimento” segue da vicino gli sviluppi inerenti le problematiche della scuola taorminese – spiega l’organizer dei grillini taorminesi, Rosario Puglia – e per questo abbiamo voluto dare il nostro contributo attraverso l’interessamento della nostra rappresentante all’Ars, l’on. Zafarana, da sempre vicina alle esigenze di questo territorio. La preside ha illustrato tutte le azioni intraprese per l’adeguamento e l’ammodernamento della scuola media “Ugo Foscolo”, informando anche delle interlocuzioni intervenute con il Comune di Taormina e con l’Assessorato Regionale dell’istruzione al fine di determinare posizioni certe e prospettare nel più breve tempo possibile l’avvio di lavori per l’attuale struttura e per la sicurezza sia degli alunni che del personale dipendente».

Accertare lo stato delle cose. La portavoce del Movimento pentastellato ha inteso, insomma, effettuare “un’ispezione” per constatare personalmente lo stato dei luoghi nell’edificio che da tempo necessita di adeguamento sismico e ha assunto l’impegno, a sua volta, di seguire fattivamente la vicenda, attivandosi presso il dipartimento che si occupa dell’Edilizia scolastica siciliana per avere un quadro completo della situazione. «Nei prossimi giorni – aggiunge Puglia – il Meetup “Taorminesi in Movimento” si attiverà per depositare a fini conoscitivi richieste di accesso agli atti per visionare i documenti che hanno indotto la chiusura della scuola “Vittorino da Feltre” nonché tutto il materiale documentario prodotto fino ad oggi per comprendere meglio lo stato dell’arte e avviare con la cittadinanza e la rappresentanza dei genitori un percorso che sia risolutivo per garantire il diritto allo studio dei piccoli taorminesi».

© Riproduzione Riservata

Commenti