Protezione civile

La convenzione tra Comune e Associazione Volontariato Radio Valle Alcantara, ovvero la Protezione Civile di Taormina, è da rifare. La Giunta aveva esitato il relativo atto di intesa con delibera del 10 novembre scorso avente per oggetto proprio “Approvazione della convenzione da sottoscrivere con RVA (Radio Valle Alcantara) per le prestazioni di attività di volontariato di Protezione Civile in favore del Comune di Taormina”. Ma la convenzione esitata, a quanto pare, è destinata ad essere cestinata e si va verso il ritorno in Giunta stavolta di un’altra convenzione, rivista e corretta. Tra le parti c’erano stati degli incontri in cui erano stati discussi i termini dell’accordo da formalizzare e dei relativi servizi da disciplinare ma, a quanto pare, in Giunta è poi arrivato uno schema differente, mancante di diversi aspetti necessari e che non prevede nessuna risorsa economica a supporto delle attività della Protezione Civile. Senza la sottoscrizione della convenzione rischia di tornare a Palermo il Pick-up antincendio messo a disposizione della Protezione Civile di Taormina, sul quale proprio la Dipartimento regionale ha invitato il Comune già due volte a formalizzare i relativi adempimenti formali.

Aspetti da rivedere. «Possiamo soltanto dire che la convenzione al momento approvata dal Comune ha degli aspetti certamente da rivedere e da riformulare – afferma Daniele Rizzo, presidente dell’Associazione Radio Valle Alcantara -. C’è un intenso lavoro da portare avanti e da ultimare, ci auguriamo al più presto, tra gli uffici comunali e il direttivo per arrivare ad una corretta formulazione della stessa, nell’interesse della collettività e quindi della cittadinanza per la quale siamo sempre a disposizione col nostro impegno». Ed indubbiamente appaiono condivisibile le parole di Rizzo come altrettanto ammirevole è l’impegno costante profuso da tutti i volontari di Radio Valle Alcantara, da sempre a supporto della comunità taorminese con la loro presenza puntuale e rassicurante.

Concedere un contributo. «In particolare – evidenzia la presidente della Quarta Commissione Consiliare, Alessandra Caltabiano – l’attuale convenzione, contrariamente a quanto sarebbe stato opportuno e doveroso fare, non prevede nessuna forma di sostegno economico alla Protezione Civile, che svolge un ruolo da sempre importante per la Città di Taormina ed è sempre in prima linea nelle emergenze. Si sprecano e si sperperano soldi per cose inutili o che perlomeno non rappresentano delle priorità e invece la realtà impietosa dei fatti è che Taormina al momento è rimasta l’unica a non aver ancora una convenzione. Le cose utili non vengono definite mentre va ricordato che questo Comune ha perso i rimborsi messi a disposizione dalla Regione per gli enti locali riguardo il maltempo del 2014 e del 2017 perché non ha neppure presentato le relative domande di accesso alle somme. Quei fondi potevano essere impiegabili proprio per le attività di Protezione Civile».

© Riproduzione Riservata

Commenti