Massimo Puglisi, Claudio Raneri, Andrea Raneri e Nunzio Corvaia
Massimo Puglisi, Claudio Raneri, Andrea Raneri e Nunzio Corvaia

I lavori di ristrutturazione della ex scuola Vittorino da Feltre potrebbero andare in gara d’appalto già nei primi mesi del 2018 e con molta probabilità tra febbraio e marzo. È lo scenario che si delinea all’orizzonte per l’attesa messa a norma del plesso di Via Cappuccini chiuso dal 2004 e che a distanza di 13 anni sembra rivedere la luce in fondo al tunnel dello stato di abbandono in cui è sprofondato in tutto questo tempo tra tante polemiche e le protesta mai sopitasi della comunità taorminese. Dopo l’annuncio dato nelle scorse ore dal sindaco Eligio Giardina, che aveva comunicato l’ok della Regione all’iter per l’appalto a cura dell’Urega, ulteriori dettagli arrivano adesso dal vicesindaco Andrea Raneri, che ha preso parte all’apposita conferenza dei servizi tenutasi venerdì scorso a Palermo. Insieme a lui negli uffici dell’Assessorato all’Edilizia Scolastica c’erano anche il dirigente dell’Ufficio Tecnico di Taormina, Massimo Puglisi, il consigliere comunale di opposizione Nunzio Corvaia e l’esperto del sindaco per le problematiche delle scuole, Claudio Raneri.

Fare in fretta. «La cosa indubbiamente più importante che posso confermare – spiega Raneri – è che abbiamo finalmente avuto la conferma ufficiale che la Vittorino da Feltre sarà ristrutturata. A questo punto dovremo correre e fare in fretta. Comunicheremo all’Urega che può procedere alla gara che ci consentirà di iniziare i lavori. Inoltre stiamo lavorando per predisporre un progetto che ci permetterà di adeguare con risultati certi la Ugo Foscolo. Il progetto dovrà essere pronto entro il 30 gennaio 2018». Il vicesindaco Raneri prospetta anche altre opportunità di finanziamento a cui potrebbe riuscire ad attingere il Comune di Taormina da qui alla conclusione della legislatura, prevista in primavera quando poi si tornerà alle urne. «Il Dirigente dell’Assessorato Regionale all’Edilizia scolastica – aggiunge Raneri – ci ha comunicato che sarà presto pubblicato, per il 2018, un altro programma di finanziamenti per complessivi 70 milioni di euro, al quale sarà possibile attingere. Lo ribadisco che adesso bisogna affrettare i tempi per predisporre subito anche i progetti dei plessi di Mazzeo e Trappitello».

© Riproduzione Riservata

Commenti