Scuola
l'ex scuola elementare "Vittorino da Feltre" di Taormina

Via libera della Regione alla rimodulazione dell’iter che consentirà l’attuazione delle opere di ristrutturazione della ex scuola elementare Vittorino da Feltre. L’apposita conferenza dei servizi si è tenuta ieri a Palermo. Si tratta del progetto da Un milione 800 mila euro rientrante in una graduatoria che era stata bloccata dalla Regione e che è stata adesso riavviata rimettendo a disposizione del Comune di Taormina le relative somme finalizzate alla sistemazione del plesso chiuso dal 2004 per inagibilità in riferimento alle vigenti normative sismiche. «Possiamo finalmente dire che saremo in grado di restituire ai nostri figli la scuola dei loro padri – rende noto il sindaco Eligio Giardina -. La Vittorino da Feltre, dove sono cresciute intere generazioni di taorminesi, potrà essere ristrutturata nei prossimi mesi. È ufficiale la notizia che il finanziamento andrà in gara all’Urega e potranno così essere effettuati i lavori necessari per la riattivazione dell’immobile in condizioni di piena funzionalità».

La querelle dei finanziamenti. «Abbiamo l’ok da Palermo per l’espletamento della procedura di gara – continua Giardina – e così possiamo dire che la nostra Amministrazione tanto criticata e che per qualcuno era diventata “l’Amministrazione dei finanziamenti persi”, è riuscita invece a centrare un altro obiettivo, in un contesto che riveste molta importanza per la nostra comunità. Su questo edificio chiuso ormai da 13 anni, ci sono state tante polemiche e tante cose sono state dette, ma alla fine la cosa che conta più di tutte è che il finanziamento è stato recuperato e le somme potranno essere impiegate per ristrutturare la scuola e restituirla alle nuove generazioni della Città di Taormina».

© Riproduzione Riservata

Commenti