Defibrillatori Rotary Club Taormina
Trscari, Raneri, Marcianò e Cacopardo

I defibrillatori nel territorio di Taormina verranno presto geolocalizzati e i dati saranno tempestivamente comunicati al 118. E’ quanto emerso a seguito di un incontro tra l’Amministrazione Comunale ed il Rotary Club di Taormina che ha donato alla casa municipale, e dunque alla città, quattro defibrillatori che possono salvare delle vite alle persone colpite da improvviso malore. I defibrillatori ufficialmente presi in carico dal Comune sono stati dislocati, come si ricorderà, al Teatro Antico, allo stadio comunale, alla Villa comunale e in piazza IX Aprile. In questo ultimo caso il prezioso strumento è stato prelevato nei giorni scorsi dagli uffici comunali per sottoporlo a riparazione dopo lo sconsiderato raid vandalico compiuto da ignoti che hanno fatto opera di danneggiamento dello stesso.

Formazione per l’utilizzo. Nel corso della riunione a Palazzo dei Giurati si è parlato anche dei corsi di formazione da erogare sia a dipendenti comunali che a dipendenti di strutture private operanti nei pressi di dove saranno dislocati i defibrillatori. La Giunta, nella persona del vicesindaco Andrea Raneri. ha voluto incontrare il Presidente del Rotary Club di Taormina, dott. Antonino Marcianò ed il Past Governatore, prof. Maurizio Triscari, per ringraziare il Rotary Club di Taormina della donazione dei quattro defibrillatori posti in alcuni punti strategici della Città. All’incontro era presente anche il Responsabile dei Servizi Informatici, il dirigente Giuseppe Cacopardo che è stato incaricato di occuparsi dei quattro defibrillatori e di provvedere quindi alla loro gestione, e che sta provvedendo a far riparare e rendere funzionante, come detto, quanto prima il defibrillatore oggetto di vandalismo. Raneri, a conclusione della riunione, ha voluto ribadire che “nei prossimi mesi ci saranno delle attività che si svolgeranno di concerto con l’Amministrazione comunale, il Rotary Club di Taormina e l’Unità di Cardiologia dell’Ospedale San Vincenzo di Taormina per valorizzare delle attrezzature che utilizzate opportunamente possono salvare vite umane”.

© Riproduzione Riservata

Commenti