Carmelo Leonardi, capogruppo di
Carmelo Leonardi, capogruppo di "Diventerà Bellissima"

Si va infiammando il clima politico a pochi mesi dalle elezioni comunali e rimane più che mai in primo piano l’emergenza scuole. Stavolta si registra una resa dei conti tutta interna alla maggioranza, con il consigliere comunale Carmelo Leonardi che in una nota attacca il vicesindaco Andrea Raneri: «Per la questione scuole – afferma il consigliere di maggioranza -, sin dall’inizio, e chiaramente da alcuni anni fa, quando si sapeva già dell’entità del finanziamento per la Foscolo si doveva con serenità e umiltà dire che la somma era insufficiente per l’adeguamento antisismico del plesso. Azzardate e incomprensibili, pertanto, sono state le dichiarazioni del vicesindaco Andrea Raneri, quando nonostante i ripetuti moniti che arrivavano da più parti, ha voluto far credere che tutto potesse realizzarsi comunque. Ancora più grave è stato il fatto di aver creato aspettative ed illusioni che si sono prestate anche a strumentalizzazioni politiche. La preside ha la mia totale fiducia e stima, ha sempre saputo con attenzione e abnegazione veicolare i contributi di competenza della scuola, migliorando lo stato strumentale e energetico dell’Istituto Comprensivo 1».

Attingere alla Buona Scuola. Poi Leonardi rincara la dose: «Direi all’amico Andrea Raneri – continua il capogruppo di “Diventerà Bellissima” – di finirla con i continui proclami da campagna elettorale e lo invito a dire le cose come stanno e porre seriamente le basi per la costruzione di un complesso scolastico, cercando di attingere ai finanziamenti per la “Buona scuola”. Inoltre, dico al vicesindaco di occuparsi dei disastri che persistono nelle sue deleghe: vedi piscina, Asm, Servizi sociali, Beni culturali, anche perché l’eredità ricevuta è pesante. In ultimo, vorrei dire che gli uffici comunali hanno bisogno di supporto di personale tecnico e amministrativo e non di ulteriori dirigenti che contrastano con gli attuali, vedi caso Puglisi. La politica regionale è cambiata e il dato politico taorminese è chiaro: si prenda atto e si costruisca qualcosa di importante e utile per la città di Taormina».

© Riproduzione Riservata

Commenti