Il sindaco di Taormina Eligio Giardina
Il sindaco di Taormina Eligio Giardina

Si fa rovente lo scontro con il Cvsm per la piscina comunale e il sindaco Eligio Giardina va all’attacco dell’ente gestore, ribadendo che secondo Palazzo dei Giurati il contratto di gestione dell’impianto è scaduto. «Secondo quanto mi riferiscono gli uffici – ha spiegato Giardina – il Corpo Volontario di Soccorso in Mare ha una convenzione scaduta di affidamento della piscina comunale. Per questo motivo continuerò ad effettuare atti conseguenziali fino a quando vi sarà una sentenza del Tar di Catania che mi dirà di dover agire diversamente. Sono, altresì, convinto che l’elipista di contrada Bongiovanni, annessa al complesso sportivo, debba essere fruibile nel migliore dei modi ed i tempi per raggiungerla, specie in caso di emergenza, devono essere i più brevi possibile».

Denuncia sul cancello. Intanto il Cvsm annuncia di aver presentato una denuncia proprio sulla vicenda del cancello d’ingresso alla piscina da qualche giorno bloccato con una catena con lucchetto e che, in virtù di ciò, rimane praticamente aperto h24. «Noi riteniamo che si debbano fare indagini appropriate per risalire a chi ha posto in essere lo sbarramento del cancello di ingresso alla piscina e alla cosiddetta elipista – rende noto il portavoce del Cvsm, Alessandro Gaglio -. Abbiamo sporto denuncia alla Procura della Repubblica per il tramite della Compagnia dei Carabinieri, informando della vicenda per conoscenza anche il Commissariato di Polizia e la Guardia di Finanza. Ravvisiamo delle ipotesi di reato da far accertare agli inquirenti, tra cui quella di violenza privata. Ancora adesso persiste la catena con il catenaccio e i terreni della piscina sono aperti a chiunque. Non avendo comunicazione di alcuna persona che si sia assunta la paternità di tale azione, chiediamo al Comune se il cancello a loro avviso debba rimanere aperto».

© Riproduzione Riservata

Commenti