Carla Santoro, dirigente Istituto Comprensivo 1 Taormina
Carla Santoro, dirigente Istituto Comprensivo 1 Taormina

Si fa incandescente lo scontro sulle scuole a Taormina, con il sindaco Eligio Giardina che non risparmia bordate alla dirigente dell’Istituto Comprensivo 1, Carla Santoro. Il primo cittadino contesta in particolare la recente partecipazione della preside alla protesta pubblica delle famiglie del 3 novembre scorso. «Non ho condiviso la manifestazione del 3 novembre – ha detto Giardina -. Ho sempre dato ai genitori disponibilità al dialogo. Tutti sapevano in quei giorni non ero a Taormina. Volevo fortemente esserci per dare delle risposte ma mi trovano negli Usa, dove per altro ho fatto un viaggio a spese mie e dove sono stato anche ricevuto al Senato americano. Mi ha preoccupato tuttavia la presenza di un dirigente dello Stato, un dipendente dello Stato, che guidava quella manifestazione. È una cosa che, lo ribadisco, mi preoccupa e che non ho assolutamente condiviso».

La verità sui finanziamenti. «Sia chiaro – spiega Giardina – che noi non abbiamo perso nessun finanziamento e stiamo lavorando per ottenere un altro finanziamento sulla scuola Ugo Foscolo, con il quale fare i lavori in modo definitivo. Quel fondo attuale è inutile e dannoso: si parla nella dicitura del progetto di adeguamento sismico ma con quella somma non si adeguerebbe nulla e lo dicono i tecnici. Inoltre quei 400 mila euro ci impedirebbero di inserirci nella piattaforma per accedere ad un nuovo finanziamento che consentirà di sistemare davvero l’immobile. Verrà fatta con la parte nostra di quei fondi una manutenzione ordinaria dell’immobile e ci attiveremo per far sì che si possa intanto fruire anche della struttura delle Suore. Divideremo le due scuole elementari e medie in due plessi, vogliamo utilizzare tutti gli immobili per dare ai bambini edifici adeguati dove andare a scuola».

© Riproduzione Riservata

Commenti