Giardini Naxos - La nuova stazione di ricarica per mezzi elettrici
Giardini Naxos - La nuova stazione di ricarica per mezzi elettrici

Completati i lavori per la realizzazione di una stazione di ricarica veloce dei veicoli elettrici con tecnologia Enel a Giardini Naxos. La struttura posizionata a Recanati è stata realizzata in tempi molto brevi ed è già entrata in funzione nelle scorse ore, rendendo così attuativo un recente protocollo d’intesa di recente sottoscritto tra il Comune di Giardini-Naxos ed “E-distribuzione” (Enel -distribuzione). Le colonnine riguardano la tipologia “Enel Fast Recharge Plus”, tutta italiana ed interamente sviluppata da Enel, che consente di ripristinare l’energia necessaria a percorrere dai 150 ai 200 km in circa 20 minuti, compatibile con tutti i veicoli in commercio e nel rispetto dei più alti standard di sicurezza. La stazione di ricarica attivata a Giardini Naxos rientra nell’ambito del progetto “Eva+”, che consente di creare una rete di infrastrutture a ricarica veloce lungo le strade a alata percorrenza Italiane. L’obiettivo è quello di arrivare al numero di 180 postazioni in Italia e 20 in Austria, per collegare l’Italia dal Brennero alla Sicilia e da Torino a Trieste.

Struttura che sarà punto di riferimento. «Siamo molto felici che l’opera sia già in funzione – spiega il presidente del Consiglio, Danilo Bevacqua, che ha seguito l’iter – e ci rende ancor più soddisfatti l’essere stati scelti per realizzare un’infrastruttura così importante nel nostro comune – Questa iniziativa conferma la strategicità del nostro territorio e dei nostri collegamenti. La stazione di ricarica per i mezzi elettrici rappresenterà un punto di riferimento, soprattutto in prospettiva, per chi viaggia in autostrada, ma potrà servire a tutta la zona della Sicilia orientale. Il messaggio veicolato è estremamente positivo, promuovendo un tipo di mobilità che guarda al futuro e non ha impatti ambientali. La partnership data da importanti case automobilistiche e Enel testimonia che questo è il futuro».

© Riproduzione Riservata

Commenti